Nastri d’argento 2019 – Il traditore ottiene 11 nomination

Nastri d’argento 2019 – Il traditore ottiene 11 nomination

Sono state appena comunicate le candidature dei Nastri d’argento 2019, il premio assegnato dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani. Il film che spicca per la quantità di nomination è Il traditore, che ha conquistato critica e pubblico in occasione del festival di Cannes con tredici minuti di applausi. Ai Nastri l’ultimo lavoro di Marco Belloccihio sulla figura di Tommaso Buscetta ha stabilito un altro record, diventando il film con più candidature di sempre. Seguono poi Il primo Re di Matteo Rovere,  La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi e Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis, con 8 nomination, ed Euforia di Valeria Golino e Capri-Revolution di Mario Martone con 7. A chiudere la lista sono Suspiria, Il Campione e Moschettieri del re – La penultima missione  (con 4 candidature), e Ma cosa ci dice il cervello, Ricordi?, Troppa grazia e Una storia senza nome, che ottengono 3 categorie ciascuno.

Miglior Film

-Euforia

-Il primo re

-Il Traditore

-La Paranza dei Bambini

-Suspiria

Miglior Regista

-Marco Bellocchio (Il Traditore)

-Edoardo De Angelis (Il vizio della speranza)

-Claudio Giovannesi (La paranza dei bambini)

-Valeria Golino (Euforia)

-Luca Guadagnino (Suspiria)

-Mario Martone (Capri-Revolution)

-Matteo Rovere (Il Primo Re)

Miglior Regista Esordiente

-Leonardo D’Agostini (Il Campione)

-Ciro D’Emilio (Un giorno all’improvviso)

-Margherita Ferri (Zen sul ghiaccio sottile)

-Valerio Mastandrea (Ride)

-Michela Occhipinti (Il corpo della Sposa)

Miglior Soggetto

-Il grande spirito

– Ovunque proteggimi

-Tito e gli alieni

-Non ci resta che il crimine

-La prima pietra

Migliore Sceneggiatura

-Francesca Marciano, Valia Santella, Valeria Golino, Walter Siti per Euforia

-Edoardo De Angelis, Umberto Contarello per Il vizio della speranza

-Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo, Francesco Licata  per Il Traditore

-Maurizio Braucci, Roberto Saviano, Claudio Giovannesi per La Paranza dei Bambini

-Roberto Andò, Angelo Pasquini, Giacomo Bendotti per Una storia senza nome

Migliore commedia

-Bangla di Phaim Bhuiyan

-Bentornato Presidente! Di Carlo Fontana, Giuseppe G. Stasi 

-Croce e delizia di Simone Godano

-DolceRoma di Fabio Resinaro

-Troppa Grazia di Gianni Zanasi

Miglior Produttore

-Bibi Film (Ricordi? Una storia senza nome, Lo Spietato)

-Groenlandia Film (Il Primo Re, Il Campione)

-IBC Movie – Kavak Film (Il Traditore)

-Indigo Film (Capri-Revolution)

-Palomar (La Paranza dei Bambini)

Miglior Attore Protagonista

-Alessandro Borghi (Il Primo Re)

-Andrea Carpenzano (Il Campione)

-Pierfrancesco Favino (Il Traditore)

-Marco Giallini – Valerio Mastandrea (Domani è un altro giorno)

-Riccardo Scamarcio (Euforia, Il Testimone invisibile, Lo Spietato)

Miglior Attrice Protagonista

-Anna Foglietta (Un giorno all’improvviso)

-Marianna Fontana (Capri-Revolution)

-Micaela Ramazzotti (Una storia senza nome)

-Thony (Momenti di trascurabile felicità)

-Pina Turco (Il vizio della speranza)

Miglior Attore Non Protagonista

-Stefano Accorsi (Il Campione)

-Alessio Lapice (Il Primo Re)

-Luigi Lo Cascio, Fabrizio Ferracane (Il Traditore)

-Edoardo Pesce (Non sono un Assassino)

-Benito Urgu (L’uomo che comprò la luna)

Miglior Attrice Non Protagonista

-Marina Confalone (Il vizio della speranza)

-Isabella Ferrari (Euforia)

-Valeria Golino (I Villeggianti)

-Maria Paiato (Il Testimone invisibile)

-Anna Ferzetti (Domani è un altro giorno)

Miglior Attore in una Commedia

-Stefano Fresi (C’è tempo, L’uomo che comprò la luna)

-Paolo Calabresi, Guglielmo Poggi (Bentornato Presidente!)

-Corrado Guzzanti (La prima pietra)

-Fabio De Luigi (10 giorni senza mamma, Ti presento Sofia)

-Fabrizio Bentivoglio, Alessandro Gassmann (Croce e Delizia)

Miglior Attrice in una Commedia

-Margherita Buy (Moschettieri del Re)

-Paola Cortellesi (Ma cosa ci dice il cervello)

-Lucia Mascino (Favola, La prima pietra)

-Paola Minaccioni, Carla Signoris (Ma cosa ci dice il cervello)

-Alba Rohrwacher (Troppa Grazia)

Migliore Fotografia

-Daniele Ciprì (Il primo re, La Paranza dei Bambini)

-Daria D’Antonio (Ricordi?)

-Michele D’Attanasio (Capri-Revolution)

-Alberto Fasulo (Menocchio)

-Vlada Radovic (Il Traditore)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>