Jennifer Lawrence nel nuovo film di Luca Guadagnino Burial Rites

Jennifer Lawrence nel nuovo film di Luca Guadagnino Burial Rites

In attesa di vedere nelle sale italiane il 25 gennaio l’ultimo lavoro di Luca Guadagnino Chiamami col tuo nome, in corsa ai prossimi Golden Globes 2018, si parla già di futuro per il regista italiano. Alle porte infatti il remake Suspiria del maestro dell’horror Dario Argento con protagonisti Dakota Johnson, Chloë Grace Moretz e Tilda Swinton, così come le riprese di Rio, prodotto da Studio Canal e che racconta di un imbroglio tra un giornalista finanziario (Jake Gyllenhaal) e un suo amico di vecchia data che non vede da tanto tempo (Benedict Cumberbatch). Nonostante questi progetti in corso, Guadagnino non si ferma più, e punta in alto come in una partita a poker. Questa volta l’asso nella manica si chiama Jennifer Lawrence, e la gara sul tappetino verde è il nuovo lungometraggio diretto dall’autore italiano, Burial Rites, dove l’attrice americana, oltre a recitare, avrà un ruolo attivo come produttrice.

Il film, finanziato da TriStar, è tratto dall’omonimo romanzo del 2013 di Hannah Kent che racconta il caso contorto di Agnes Magnusdottir, l’ultima donna a essere stata giustiziata in pubblico nel 1830 nella regione islandese. Agnes fu condannata al tempo per l’omicidio di due uomini e per aver incendiato le loro case. La storia si concentra nei momenti in cui la protagonista attende la decisione da parte della corte di giustizia, un lasso temporale sufficiente per stringere profondi legami con alcune persone a lei vicine e per comprendere realmente le proprie colpe.

La presidentessa di TriStar Hannah Minghella in un comunicato conferma quanto rivelato da Variety, dicendosi estremamente fiduciosa di questo nuovo progetto cinematografico.

“Luca è un talento raro. I suoi film catturano uno squisito senso del luogo inestricabilmente legato allo stato emotivo dei personaggi complessi creati. Non riesco ad immaginare una collaborazione più eccitante di quella di Luca e Jennifer che si uniscono per far rivivere la storia bella e tragica di Agnes”.

Allison Shearmur, che ha gestito la fase produttiva di lungometraggi come The Hunger Games, conferma la sua soddisfazione per la nascita di questo sodalizio tra il regista di A Bigger Splash e l’interprete premio Oscar per Il lato positivo.

“Luca Guadagnino è un narratore magistrale che coglie brillantemente la sfumatura della condizione umana nei suoi film. Non vedo l’ora che porti la sua voce originale alla cruda, viscerale brutalità, e al fascino che riguarda l’inquietante storia vera di Agnes Magnúsdóttir descritta da Hannah Kent, l’ultima donna ad essere giustiziata pubblicamente in Islanda per l’omicidio di due uomini. Adoriamo questo progetto e non potremmo essere più eccitati dal modo in cui ci si sta avvicinando alla passione di Hannah Minghella, e di portarlo a compimento con TriStar”.

Fonte: Variety

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>