Blonde – Ana de Armas in trattativa per il ruolo di Marilyn Monroe nel film di Andrew Dominik

Blonde – Ana de Armas in trattativa per il ruolo di Marilyn Monroe nel film di Andrew Dominik

È Collider a dare le prime informazioni su Blonde, il nuovo progetto cinematografico di Andrew Dominik che sarà prodotto da Netflix. Secondo quanto riportato dal sito, l’attrice Ana de Armas, reduce dal film di Denis Villeneuve Blade Runner 20149, sarebbe in trattativa per ottenere la parte di una delle icone del cinema americano, Marilyn Monroe. Tutto è ovviamente in una fase preliminare, non solo perché deve ancora essere trovato un accordo tra le parti, ma soprattutto perché la produzione deve ancora essere avviata, anche se secondo delle fonti di Collider, l’inizio sarebbe stato fissato per l’estate di quest’anno.

A scriverlo sarà lo stesso Dominik che, dopo il documentario One More Time with Feeling dedicato a Nick Cave, è pronto a tornare a girare un film di finzione, cosa che non accadeva dal suo ultimo lavoro Cogan – Killing Them Softly, con protagonista Brad Pitt, già presente in un altro lungometraggio dell’autore, L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford. Lo stesso attore è coinvolto nel progetto come produttore insieme a Dede Gardner, portando in scena il racconto che si focalizzerà sulla carriera crescente di Norma Jeane Mortenson, in arte Marilyn Monroe, non tralasciando quelli che sono gli elementi più criptici e tragici della sua figura, dall’uso di droga a una condizione psicologica altalenante.

In un’intervista sempre a Collider, il regista ha avuto modo di esprimere il suo pensiero attorno al suo film e al personaggio di Marylin:

“È un film sulla condizione umana. Racconta la storia di come un trauma infantile possa influire su un adulto diviso tra il pubblico e privato. È fondamentalmente la storia di ogni essere umano, ma con una serie di associazioni che tutti noi abbiamo con qualcosa di molto familiare, attraverso l’esposizione mediatica. Prende tutte queste cose e ne capovolge il significato, a seconda di come Marylin si sente, che è fondamentalmente il modo in cui viviamo”.

Fonte: Collider

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>