European Film Awards 2018 – Dogman e Lazzaro Felice in lotta per il miglior film

European Film Awards 2018 – Dogman e Lazzaro Felice in lotta per il miglior film

Sono ben due i film italiani entrati nella cinquina della 31° edizione degli European Film Awards, che verranno consegnati a Siviglia il prossimo 15 dicembre. Il primo è Dogman di Matteo Garrone, in corsa per l’Italia nella prima fase di selezione per gli Oscar dedicati al miglior film straniero e vincitore a Cannes del premio per il miglior attore andato a Marcello Fonte, che anche in questa competizione europea si è accaparrato la candidatura per la miglior interpretazione maschile, in compagnia di Jakob Cedergren (The Guilty), Rupert Everett (The Happy Prince), Sverrir Gudnason (Borg/McEnroe), Tomasz Kot (Cold War) e Victor Polster (Girl). Il secondo si tratta invece di Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher, anch’esso trionfante a Cannes per la miglior sceneggiatura, premio che riflette anche in questa occasione la scelta dell’EFA nella cinquina per il miglior adattamento cinematografico, dove tra l’altro è presente lo stesso Garrone per Dogman. A chiudere la lista per il miglior film ci sono Border di Ali Abbasi, Cold War di Pawel Pawlikowski e Girl di Lukas Dhont.

Sempre per Lazzaro Felice c’è la conferma della sorella Alba nella categoria per la miglior attrice, in lizza insieme a Marie Bäumer (3 Days in Quiberon), Halldóra Geirharðsdóttir (Woman at War), Joanna Kulig (Cold War), Bárbara Lennie (Petra) ed Eva Melander (Border). Per la miglior regia si raddoppia la sfida tra Garrone e Rohrwacher, con l’unica variante che invece di Lukas Dhont, regista di Girl, è presente l’unico outsider del gruppo, Samuel Maoz, presente solo in quella categoria per Foxtrot. Per il miglior documentario a giocarsela saranno A woman captured di Bernadett Tuza-Ritter, Bergman – A year in life di Jane Magnusson, Of fathers and sons di Talal Derki, The distant barking of dogs di Simon Lereng Wilmont, e The silence of others di Almudena Carracedo e Robert Bahar.

Qui le candidature degli European Film Awards

EUROPEAN FILM 2018:

-Border di Ali Abbasi
-Cold War di Pawel Pawlikowski
-Dogman di Matteo Garrone
-Girl di Lukas Dhont
-Lazzaro Felice di Alice Rohrwacher

EUROPEAN DOCUMENTARY 2018:

-A woman captured di Bernadett Tuza-Ritter
-Bergman – A year in life di Jane Magnusson
-Of fathers and sons di Talal Derki
-The distant barking of dogs di Simon Lereng Ailment
-The silence of others di Almudena Carracedo e Robert Bahar.

EUROPEAN DIRECTOR 2018:

-Ali Abbasi per BORDER
-Matteo Garrone per DOGMAN
-Samuel Maoz per FOXTROT
-Pawel Pawlikowski per COLD WAR
-Alice Rohrwacher per LAZZARO FELICE

EUROPEAN ACTRESS 2018:

-Marie Bäumer per 3 DAYS IN QUIBERON
-Halldóra Geirharðsdóttir per WOMAN AT WAR
-Joanna Kulig per COLD WAR
-Bárbara Lennie per PETRA
-Eva Melander per BORDER
-Alba Rohrwacher per LAZZARO FELICE

EUROPEAN ACTOR 2018:

-Jakob Cedergren per THE GUILTY
-Rupert Everett per THE HAPPY PRINCE
-Marcello Fonte per DOGMAN
-Sverrir Gudnason per BORG/MCENROE
-Tomasz Kot per COLD WAR
-Victor Polster per GIRL

EUROPEAN SCREENWRITER 2018:

-Ali Abbasi, Isabella Eklöf & John Ajvide Lindqvist per BORDER
-Matteo Garrone, Ugo Chiti & Massimo Gaudioso per DOGMAN
-Gustav Möller & Emil Nygaard Albertsen per THE GUILTY
-Pawel Pawlikowski per COLD WAR
-Alice Rohrwacher per LAZZARO FELICE

1 Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>