Il Nastro D’Argento Vivo 2018 a Gabriele Salvatores

gabriele salvatores, nastro d'argento vivo 2018, il ragazzo invisibile seconda generazione

Se pensiamo ai cinecomic e ai supereroi il discorso non si limita più alle grandi produzioni hollywoodiane che dominano il mercato ormai da anni. Ora infatti il genere appartiene in qualche misura anche all’Italia, grazie all’opera di registi come Gabriele Salvatores, che ha vinto il Nastro D’Argento Vivo 2018. Il regista napoletano ottiene il riconoscimento per il film Il ragazzo invisibile – Seconda generazione. Questo nastro, inaugurato nell’edizione 2018, viene assegnato dal Sindacato Giornalisti Cinematografici Italiani al film che per linguaggio e temi è riuscito a spiccare nel cinema italiano per la sua capacità di rivolgersi ai ragazzi.

Ecco quanto dichiarato da Salvatores: “Sono felice di inaugurare questo nuovo Nastro D’Argento dedicato ai più giovani. Il nome, Nastro D’Argento Vivo, mi sembra molto appropriato: penso che il cinema sia come il mercurio (un tempo chiamato argento vivo), perché non può mai stare fermo. Il cinema si nutre anche di scelte coraggiose e mi auguro che in futuro ci siano sempre più produttori e autori pronti a compierle”.

gabriele salvatores, nastro d'argento vivo 2018, il ragazzo invisibile seconda generazione

Diretta da Salvatores, scritta da Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo, prodotta da Indigo Film con Rai Cinema, in collaborazione con Friuli Venezia Giulia Film Commission e distribuita nelle sale italiane da 01 Distribution, quella de Il ragazzo invisibile è stata la prima saga di un supereroe interamente italiano. Composta di due capitoli, Il ragazzo invisibile (2014) e Il ragazzo invisibile – Seconda generazione (2018), la storia ruota attorno alle avventure di Michele Silenzi, ragazzino che si scopre dotato dello straordinario potere di poter diventare invisibile, ed è stata ulteriormente espansa grazie alle graphic novel edite da Panini Comics e ai romanzi di Salani Editore.

Il ragazzo invisibile – Seconda generazione ha ricevuto inoltre altre due candidature ai Nastri d’argento: per la scenografia (Rita Rabassini) e per la produzione (Nicola Giuliano, Francesca Cima e Carlotta Calori per Indigo Film).

gabriele salvatores, nastro d'argento vivo 2018, il ragazzo invisibile seconda generazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>