Bright 2 – a Evan Spiliotopoulos la sceneggiatura del film di David Ayer

Bright 2 – a Evan Spiliotopoulos la sceneggiatura del film di David Ayer

Non è stato un film molto apprezzato dalla critica internazionale, ma il pubblico di Netflix lo ha premiato. Bright, il film di David Ayer, ha raggiunto in soli tre giorni la soglia di 11 milioni di spettatori, spingendo la piattaforma streaming a produrre un nuovo capitolo con protagonisti gli attori Will Smith e Joe Edgerton. Nonostante non ci sia una conferma al riguardo, i due dovrebbero tornare nei ruoli del primo episodio, in un mondo dove reale e fantastico si mischiano vicendevolmente, e dove umani, elfi e orchi vivono nella stessa società, divisa in una struttura gerarchica piuttosto definita. Smith interpreta Daryl Ward, un detective dell’LAPD, mentre Edgerton impersona la parte di Nick Jakoby, il primo orco a ricoprire la funzione di agente di polizia, con momenti di tensione e di beffa da parte dei suoi colleghi. Neanche Ward sembra avere fiducia in lui, dopo che nella centrale è iniziata a girare una voce secondo cui Jakoby avrebbe lasciato andare uno della sua specie dopo che questo ha sparato proprio al suo partner.

I problemi aumentano nel momento in cui devono lasciarsi alle spalle i propri contrasti per occuparsi di una bacchetta magica ritrovata in un posto malfamato della città, ritrovandosi alle calcagna non solo alcune organizzazioni criminali, bensì con degli esseri sovrannaturali decisi a riprendersi quell’oggetto magico che solo i Bright possono usare. A scrivere la sceneggiatura di questo secondo lungometraggio sarà Evan Spiliotopoulos, collaboratore sia con Walt Disney Company nella stesura del nuovo adattamento de La bella e la bestia, sia con Universal in Il cacciatore e la regina di ghiaccio. Alla regia tornerà l’autore di Suicide Squade Fury David Ayer, mentre sarà ufficialmente fuori dai giochi uno degli autori della storia, Max Landis, che ha elaborato lo script del primo capitolo, ma che si è separato dal regista a causa di divergenze creative. Il primo film, prodotto da Netflix, Eric Newman e Bryan Unkeless, è costato 90 milioni di dollari, diventando di fatto il primo blockbuster creato dall’azienda di Reed Hastings.

Fonte: The Hollywood Reporter

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*