RomeVideoGameLab: dal 4 al 6 maggio la kermesse del videogame a Cinecittà

romevideogamelab, videogame, roma, cinecittà

Tre giorni speciali per giocare, imparare, creare: parte venerdì 4 maggio fino a domenica 6 dentro i mitici Studi di Cinecittà RomeVideoGameLab, la kermesse organizzata da Istituto Luce  Cinecittà dedicata al vasto universo del videogame, che coinvolgerà tante differenti fasce di pubblico: dai ragazzi delle scuole ai docenti, dagli appassionati di eSports a chi ricorda o vuole scoprire – e giocare – con gli straordinari videogames del passato, a chi è impegnato a fare dei videogiochi non solo quel formidabile spazio ludico e di intrattenimento che tutti conosciamo, ma anche uno strumento di crescita e di formazione, e tantissime altre declinazioni del videogioco inteso come mezzo di intrattenimento e cultura.

Saranno moltissimi gli attori di questo laboratorio: dalle università (Sapienza, eCampus, Link Campus) al CNR, da AESVI – che raccoglie gli sviluppatori italiani – alle major internazionali, da AIV alle scuole di ogni ordine e grado a tutti coloro che sono interessati ai videogiochi come opportunità professionale. Ambientare un simile evento a Cinecittà significa riconoscere una volta di più la stratta vicinanza tra la settima arte e i videogiochi, che influenzano il modo di fare cinema e che ad esso forniscono tanti spunti e ispirazioni.  L’iniziativa di Istituto Luce Cinecittà, in co-realizzazione con QAcademy impresa sociale, e in collaborazione con ITA (Italian Trade Agency) e Aesvi (Associazione editori e sviluppatori videogiochi italiani) si avvale di partner istituzionali e privati di settore, unisce istituzioni pubbliche e imprese. L’ingresso da via Tuscolana 1055 (alle sole aree in cui si svolge il RomeVideoGameLabsarà gratuito dalle 9.30 alle 19.00 (ultimo ingresso alle 18,30). L’iniziativa è parte del programma di EUREKA! Roma 2018, promosso da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale.

 

  • Didattica. Un’opportunità per rinsaldare la collaborazione tra i videogame e il loro uso “serio”, cominciando da quello educativo e scolastico, con laboratori per studenti e corsi di formazione per insegnanti, anche in attuazione del protocollo firmato da Aesvi e il Ministero dell’Istruzione per lo sviluppo della “Scuola digitale”; i ragazzi daranno anche vita ad un hackathon, una maratona in cui studenti di tutta Italia proveranno a immaginare nuovi modelli e soluzioni per l’intrattenimento digitale.
  • Panel. di discussione sugli intrecci possibili tra videogioco e gli altri mondi della creatività e dell’intrattenimento: dal cinema, alla valorizzazione del patrimonio culturale, alla scrittura, fino alla qualità della vita; un approfondimento vivace da non perdere con protagonisti del videogioco e dei diversi campi del sapere.
  • B2B. Spazi business riservati agli investitori istituzionali italiani e stranieri che vogliono conoscere i migliori sviluppatori italiani nell’ambito degli applied games;

romevideogamelab, videogame, roma, cinecittà

  • Kids and Family. Laboratori dedicati ai più piccoli, attività pensate per integrare il portfolio di iniziative già avviate da Istituto Luce Cinecittà e il dal percorso espositivo Cinecittà si Mostra;
  • Level Up. Un format articolato in Lectio Magistralis (ne saranno protagonisti Maurizio Gabrielli, Marco Massarutto e Andrea Pessino), Workshop e Talks  dedicati a chi già lavora nel settore: art director, programmatori, e altre figure di alto livello nel panorama videoludico faranno da guest trainer per i giovani sviluppatori italiani;
  • Retrogaming. Allestimenti dedicati alla storia del videogioco, le console e i computer che hanno fatto la storia, i classici coin-op e i capisaldi dell’home entertainment, esclusive nipponiche e capolavori europei anni ’80 e ’90, con postazioni giocabili a tema retrogaming e un corner speciale dedicato ai 40 anni dalla creazione di un cult assoluto, Space Invaders;
  • eSports. Un punto di incontro virtuale, un format che vedrà i team delle università romane sfidarsi in un torneo di ‘League of Legends’ e di ‘Hearthstone’

Tra i partner della tre giorni, che rientra nelle iniziative dell’Anno Europeo del Patrimonio 2018, ci saranno istituzioni pubbliche come il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo, il Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca, il Ministero per lo Sviluppo Economico, il CNR- Consiglio Nazionale delle Ricerche, la Regione Lazio e Roma Capitale, università pubbliche e private come Sapienza, Link Campus e eCampus, ma anche partner che vengono dal mondo del videogioco e dell’impresa come Let’s Play, Aiv (Accademia italiana videogiochi), Esports (Ues University eSports series), Vigamus, Game Collection, TIMGAMES, con uno spazio dove saranno presenti i giochi della piattaforma  di home gaming di TIM. Mentre all’interno dei laboratori di formazione ci saranno tra i protagonisti anche i grandi brand del videogame da Microsoft col suo storico Minecraft a Super Mario Maker for Nintendo dedicato ai piccoli sviluppatori in erba, a Ubisoft, uno dei grandi player internazionali.

Tutte le info, il programma, gli aggiornamenti riguardo a RomeVideoGameLab su www.romevideogamelab.it

romevideogamelab, videogame, roma, cinecittà

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>