Lunàdigas, il film sulle donne che non vogliono avere figli

Lunàdigas

Un film circola ormai da un anno tra i cinema d’essai e i festival di settore. Si intitola Lunàdigas, termine con cui i pastori sardi definiscono quelle pecore che in certe stagioni non si riproducono per via della “luna storta”. Non si tratta, però, di un documentario a tema animale, bensì di un’opera che vuole puntare l’attenzione sulle donne che hanno scelto di non avere figli. Donne come le autrici del progetto, Marilisa Piga e Nicoletta Nesler, che hanno raccolto testimonianze in giro per l’Italia con lo scopo di dare voce a chi, giovane o adulta, vive la non maternità come una decisione consapevole.

Ancora in tour nelle sale italiane, Lunàdigas è stato presentato a Milano l’8 ottobre 2016 al festival Visioni dal mondo, immagini dalla realtà, organizzato pochi giorno dopo gli inciampi e le polemiche del Fertility Day. È un film nato per raccontare un’altra prospettiva, vissuta da coloro che, anche senza figli, non hanno rimpianti e vivono felici, seppur in continuo contrasto con stigmi e dogmi che l’emancipazione non è riuscita a scardinare.

Il tema, più che mai attuale e affrontato troppo spesso (e colpevolmente) sottovoce, è complesso e delicato e di recente ha assunto contorni ancor più di rilievo aggiudicandosi il primo premio al festival di Chouftouhonna, il più importante festival al femminile del mondo arabo, un contesto in cui la condizione femminile è da sempre al centro di forti dibattiti. Segno, questo, dell’assenza di latitudini di una storia personale e plurale al tempo stesso, esplorata nel duplice formato del documentario filmico e di un webdoc che ne raccoglie le fonti attraverso un percorso dall’architettura ipermediale e multisensoriale, che associa elementi audio, video e testuali (per accedervi, cliccate qui).

Forse mai come in tempi recenti Hollywood sta dando spazio a personaggi femminili forti, che siano tormentate eroine action come l’Atomic Blonde di Charlize Theron o semi-divinità come Wonder Woman. Una cerchia che, al di là dell’intrattenimento, è forse anche simbolo di cambiamento, lo stesso di cui si fanno portavoce con orgoglio, timidezza o imbarazzo, le protagoniste di Lunàdigas: da Veronica Pivetti a Melissa P., passando per Margherita Hack, donne celebri e anonime, giovani e adulte, single e in coppia si mettono in gioco raccontando la loro esperienza e spiegando le ragioni della loro scelta. E del perché non si sentano affatto “pecore lunatiche”, o peggio ancora “contro natura”.

Veronica Pivetti intervistata in Lunàdigas

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>