Un futuro da incubo in Blade Runner 2049

Un futuro da incubo in Blade Runner 2049
Da oltreoceano arriva una breve descrizione del materiale mostrato al CinemaCon, dove sono intervenute anche alcune star del film.

Il prossimo ottobre uscirà Blade Runner 2049, il rischioso, ambizioso ed elettrizzante seguito di uno dei titoli più celebrati degli ultimi 35 anni. Imprese come questa al cinema non si vedono tutti i giorni, specie in quest’epoca in cui remake, sequel e prequel in cerca di sicurezze sono all’ordine del giorno.

Blade Runner 2049 ha però, già sulla carta, qualche credenziale in più: la regia di Denis Villeneuve, la fotografia di Roger Deakins e un cast di altissimo livello che include, ovviamente, il leggendario Harrison Ford.

Le immagini viste nel primo trailer di dicembre non hanno fatto altro che confermare i buoni presentimenti, offrendoci un perfetto connubio tra le indimenticabili atmosfere del film originale e una variazione sul tema che, complice il magistrale tocco cromatico di Deakins, incoraggia a sperare per il meglio.

In attesa di un nuovo trailer ufficiale, alcune scene del film sono state presentate al CinemaCon in corso in questi giorni a Las Vegas. Mettendo insieme i resoconti dei vari blogger intervenuti, risalta l’entusiasmo per il materiale visionato, confermando la forza delle immagini.

In una scena l’agente K, il misterioso protagonista interpretato da Ryan Gosling, accende un antico juke-box che proietta un ologramma di un cantante d’epoca (ricordiamo che il film è ambientato nel 2049, come da titolo). In un’altra scena si vede Jared Leto, a quanto pare nei panni di un fabbricante di androidi, che accarezza una delle sue creazioni in modo inquietante.

Nel corso della presentazione hanno mostrato lunghi backstage con interviste alla crew e a Harrison Ford, oltre a scene con panoramiche di Los Angeles e Las Vegas tra coltri di neve e tempeste di sabbia, e una scena con una città in cui spicca un’insegna col logo classico dell’Atari. Ryan Gosling, presente all’evento, ha elogiato l’uso costante di set reali e non creati in post-produzione.

Ogni location era reale, ogni set era davvero lì… Era un mondo pienamente funzionante, vivo, con un suo respiro.

A quanto pare sia il pubblico che i vari blogger presenti sono rimasti molto colpiti da ciò che hanno visto. A questo punto c’è da sperare che il nuovo trailer arrivi al più presto e spinga le nostre aspettative ancora più in alto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*