We Are Who We Are – Luca Guadagnino a bordo della nuova serie di HBO

We Are Who We Are – Luca Guadagnino a bordo della nuova serie di HBO

Chiuso il capitolo di Suspiria, Luca Guadagnino ha già in mente numerosi progetti da portare avanti. Oltre alla sempre più probabile certezza dell’arrivo del sequel di Chiamami col tuo nome, l’autore affronterà inoltre il suo primo esordio su piccolo schermo. Secondo il giornale Observer, il regista è in trattativa con HBO per entrare a far parte di una nuova miniserie dal titolo We Are Who We Are. La storia, di 8 puntate della durata di un’ora ciascuno e prodotta da Lorenzo Meili e Riccardo Neri, sarà scritta dallo stesso Guadagnino insieme a Paolo Giordano e Francesca Manieri. La serie, ambientata in una base militare in Italia, vedrà come protagonisti due adolescenti di 14 anni, Fraser Wilson e Caitlin Harper.

Fraser proviene dalla Grande Mela, insieme alla madre, nominata recentemente come colonnello, e alla moglie di lei, il ragazzo si trasferisce dagli Stati Uniti all’Italia, dove avrà modo di conoscere nuovi ragazzi della sua età. Nel corso del tempo instaura un rapporto di amicizia con alcuni giovani della base e del posto. Uno di questi è Caitlin, con la quale instaurerà un rapporto romantico durante tutta l’estate. Per tutti Fraser e Caitlin sono una coppia a tutti gli effetti, ma il ragazzo alla ricerca della sua identità, essendo non solo legato a Mark, conosciuto in patria, ma anche a un soldato incontrato lì, Jason. Anche per Caitlin è tutto piuttosto complicato. Vivendo più di 4 anni in base con la famiglia, impara a cacciare con il fucile insieme al padre. Non solo, ma sa è un’ottima atleta, essendo un talento crescente nella kickboxing. Ma sarà l’incontro con Fraser a portarla alla ricerca di se stessa.

Se tutto ciò andasse in porto, Luca Guadagnino dirigerà i primi due episodi di We Are Who We Are, le cui riprese sono previste a maggio di quest’anno. Il suo ultimo film Suspiria, ha ricevuto due Indipentent Spirit Awards. Il primo, il Robert Altman, per il miglior cast, e il secondo per la miglior fotografia, andata a Sayombhu Mukdeeprom.

Fonte: Observer

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>