Suburra – il teaser della seconda stagione

Suburra – il teaser della seconda stagione

Prima di Westeros, c’è un altro trono in ballo. Quello di Roma. E ora che è uscito il primo teaser della seconda stagione di Suburra, è l’incertezza (per ora) a farla da padrone. Dunque chi comanda? Samurai (Francesco Acquaroli) riuscirà a tenere le fila dei diversi gruppi in nome degli affari comuni? È presto dare un giudizio nel merito, ma Netflix inserisce altri piccoli pezzi di un mosaico ancora difficile da decifrare. Partiamo con le certezze, e cioè i personaggi che torneranno a essere protagonisti. Aureliano, il capo del clan Adami intepretato da Alessandro Borghi; Spadino, il nuovo che avanza degli Anacleti dal volto ormai noto di Giacomo Ferrara; Lele (Eduardo Valdarnini), un personaggio ancora da mettere a fuoco visti i cambiamenti avvenuti verso la fine della prima stagione; Sara Monaschi, la responsabile dei conti vaticani messa in scena da Claudia Gerini; e infine Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro), l’outsider della politica se si lasciasse da parte per un attimo i metodi poco cristallini. Poco importa, lui è il candidato perfetto per Samurai, che con un volto al Campidoglio pone la strada in leggera discesa.

Leggera perché ora le faccende si fanno sempre più complicate. Nella scacchiera non solo torneranno alcuni volti visti nella prima stagione, ma ne entreranno di nuovi. Di certo non staranno a guardare Livia Adami, la sorella di Aureliano interpretata da Barbara Chichiarelli, Adelaide Anacleti, la madre di Spadino (Paola Sotgiu), e Angelica, la moglie del giovane Anacleti (Carlotta Antonelli). Tre donne che in questa seconda parte saranno determinati nell’equilibrio di potere, ma che dovranno guardarsi bene dalle nuove entrate di Suburra.

Federica Sabatini interpreterà la parte di Nadia, figlia di un boss nel quartiere di Ostia che si esporrà con Aureliano negli affari in corso. Cristina Pelliccia sarà invece Cristiana, un’agente dalla schiena dritta che con determinazione metterà in difficoltà l’ascesa di Lele nel corpo della polizia. L’ultimo, ma non per importanza, è Jacopo Venturiero che in Suburra interpreterà Adriano, il “figlioccio” di Samurai che non solo lavora in radio, ma accompagnerà anche la figura di Cinaglia durante la sua carriera politica.

Suburra, scritto da Barbara Petronio, Ezio Abbate e Fabrizio Bettelli, e diretto da Andrea Molaioli (Suburra La Serie, La ragazze del lago, Il gioiellino) e da Piero Messina (L’attesa), uscirà su Netflix il 22 febbraio.

Sinossi:

Tratta dall’omonimo romanzo scritto da Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini, Suburra, la serie 2 è ambientata nei quindici giorni che precedono le elezioni del nuovo sindaco di Roma, a tre mesi dalla fine della prima stagione. La battaglia tra criminalità organizzata, politici corrotti e la Chiesa si fa ancora più intensa e i personaggi diventano sempre più affamati di potere. Quali nuove alleanze stringeranno i protagonisti? E quali nuove strategie metteranno in atto per conquistare il controllo del litorale romano?

 

Il trailer

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>