Manuel, il film sui ragazzi di periferia, opera prima di Dario Albertini, a maggio nelle sale

Manuel, il film sui ragazzi di periferia, opera prima di Dario Albertini, a maggio nelle sale

Manuel, ragazzo della periferia romana, appena maggiorenne, esce da un istituto per minori che non hanno sostegno familiare e, per la prima volta da sempre, scopre cosa è la libertà, nel bene e nel male. Sua madre, Veronica, è chiusa in carcere e ha un grande desiderio di poter ricominciare la propria vita da zero. Per riuscire a ottenere gli arresti domiciliari per la madre, però, Manuel deve dimostrare agli assistenti sociali di potersi prendere cura di lei. E’ un atto coraggioso, il suo, e una grande responsabilità.

E’ questa la trama di Manuel, opera prima di Dario Albertini, che uscirà il 3 maggio in esclusiva al Cinema Quattro Fontane di Roma, al Cinema Anteo di Milano, nella Sala Buonarroti di Civitavecchia e al Cinema Etrusco a Tarquinia. Il 10 maggio, poi, uscirà nelle sale di tutti i capoluoghi italiani.

Manuel, presentato alla Mostra Internazionale di arte cinematografica di Venezia e apprezzato dai critici dei Chaiers Du Cinéma, che ne parlano come di “un ritratto sensibile di un grande ragazzo perduto” e della stampa francese che lo definisce un esordio “sorprendente“, è prodotto da BiBi Film e TIMVISION Production e distribuito da Tucker Film.

E’ un vero e proprio racconto di formazione dedicato a tutti quei ragazzi delle periferie che potrebbero essere Manuel che, nella loro quotidianità, “devono fa’ er doppio della fatica“.

Ad interpretare il protagonista è il giovane ed esordiente Andrea Lattanzi, mentre la madre è interpretata da Francesca Antonelli, vista di recente in Piuma di Roan Johnson. Oltre a loro, fanno parte del cast Renato Scarpa, Giulia Elettra Gorietti, Raffaella Rea, Giulio Beranek, Alessandra Scirdi, Monica Carpanese, Luciano Miele e Alessandro Di Carlo.

Manuel è un film drammatico che però giova molto della esperienza da documentarista del regista Albertini che in un anno e mezzo ha creato un’opera unica nel suo genere, un racconto di formazione che è asciutto ed estremamente realistico.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>