Mindhunter – i primi dettagli della seconda stagione della serie di David Fincher

Mindhunter – i primi dettagli della seconda stagione della serie di David Fincher

A quanto pare, il secondo capitolo di World War Z dovrà aspettare, perché David Fincher è al lavoro sulla seconda stagione di Mindhunter, la serie distribuita da Netflix. Il racconto si concentra sul personaggio di Holden Ford, un’agente dell’FBI che tenta, insieme al collega Bill Tench del dipartimento di scienze comportamentali e della docente Wendy Carr, di definire il profilo di un serial killer interrogando gli assassini presenti nelle diverse prigioni degli Stati Uniti. Il metodo usato è quello della profilazione criminale, che cerca di andare in fondo alla psiche del criminale studiando la natura del delitto e le sue modalità. La prima ha visto i protagonisti avere non poche difficoltà nel definire il metodo di lavoro nelle loro prime indagini su alcuni delitti avvenuti negli anni ’70. La seconda, come riporta The Playlist, affronterà i casi avvenuti ad Atlanta tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80. Mindhunter si ispirerà alla figura di Wayne Williams, un assassino seriale di origine afroamericana messo in carcere per l’uccisione di due uomini, ma mai condannato per gli omicidi di 23 bambini.

I tre interpreti Jonathan Groff, Holt McCallany e Anna Torv saranno presenti anche in questa seconda parte di Mindhunter, che avrà solo 8 puntate rispetto alle 10 rilasciate nella passata stagione. David Fincher si occuperà di dirigere la prima e l’ultima parte del racconto, mentre saranno gli autori Andrew Dominike Carl Franklin a girare i restanti episodi. Il primo, regista di Cogan – Killing Them Softlye L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford, è stato recentemente a Venezia con il suo documentario su Nick Cave One More Time with Feeling; il secondo ha invece collaborato in diverse serie televisive come House of Cards, Ray Donovan, Homeland, Tredici, e diretto Denzel Washington nei film Out of Time e Il diavolo in blu. La produzione di Mindhunter dovrebbe partire alla fine di aprile, con David Fincher già presente nella sede di Pittsburgh in attesa dell’inizio delle riprese, che lo terranno occupato per gran parte del 2018.

Fonte:The Playlist

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>