Game of Thrones: identificato l’hacker responsabile dei leak

Game of Thrones: identificato l’hacker responsabile dei leak

Si è trattato di uno dei casi più rilevanti dell’estate 2017 per quanto riguarda le serie tv: Game of Thrones, lo show di punta di HBO, è stato vittima di un hacker che ha rubato materiale di proprietà del network e l’ha diffuso on-line: parliamo di script, di importanti dettagli della settima e dell’ottava stagione della serie (dettagli che poi si sono rivelati veri per quanto riguarda gli episodi andati in onda) e che ha minacciato di diffondere altro materiale appartenente al network. Le autorità USA hanno scovato il colpevole.

Si chiama Behzad Mesri, è Iraniano e qualche mese fa aveva chiesto 6 miliardi di dollari per non diffondere le informazioni che aveva ricavato. Mesri è ancora in Iran, ma l’avvocato americano Joon Jim, che collabora con HBO, ci ha tenuto a mandare un messaggio all’uomo: “gli hacker pensano di essere protetti dall’anonimato, ma l’inverno arriva anche per loro”.  Mesri ha lavorato in passato per il governo Iraniano come hacker, quando HBO non ha voluto pagare la somma richiesta in bitcoin, Behzad ha iniziato a rilasciare le informazioni in suo possesso.

Game of Thrones

L’hacker era riuscito ad entrare in alcuni account dei dipendenti HBO ed aveva rubato anche informazioni di altre serie: ‘Ballers’, ‘Barry,’ ‘Room 104,’ ‘Curb Your Enthusiasm,‘ e ‘The Deuce.’ L’ottava stagione di Game of Thrones è entrata in produzione, gli episodi probabilmente andranno in onda nel 2019 e saranno considerevolmente più lunghi della norma, parliamo di sei capitoli finali che chiuderanno la storia che ha appassionato milioni di telespettatori. Sappiamo comunque che la HBO e George R.R. Martin stanno progettando cinque spin-off ambientati nel mondo de “Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.”

Fonte: USA Today

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>