Dopo aver riportato in vita Crash Bandicoot, Activion centra di nuovo il bersaglio con la Spyro Reignited Trilogy, vera e propria lettera d’amore ai fan del mitico draghetto. Un’occasione irripetibile per mettere le mani su tre titoli che hanno fatto la storia dei platform sulla prima PlayStation.

La trilogia di Spyro rappresenta uno dei prodotti videoludici più amati dai possessori della prima PlayStation, al pari se non addirittura più della saga del marsupiale Crash Bandicoot. A differenza di altri platform dell’epoca usciti su tale console, il mitico draghetto seguiva da vicino lo standard lanciato da Nintendo, poi ripreso da altri titoli fino ad arrivare ai giorni nostri. Ne consegue che i tre capitoli di Spyro, pur mantenendo un’ottica vintage, sono strutturalmente moderni e sono invecchiati benissimo. La domanda sorge dunque spontanea: occorre acquistare questa trilogia rimasterizzata targata Activision o basterebbe rispolverare i dischetti originali per rituffarsi nei magici anni ’90? La risposta si evince dalla pulizia grafica con la quale è stata presentata questa collection, e che rende assolutamente ingiusto additarla come semplice rimasterizzazione. La familiarità del team di sviluppo con la licenza ed il rispetto per il materiale di partenza permeano ogni fotogramma dell’esperienza di gioco. D’altronde a lavorarci sono stati i ragazzi di Toys for Bob, responsabili di Skylanders, franchise originariamente nato come spinoff di Spyro. I modelli poligonali sono ricchi di colore e vita e, grazie a delle tecniche di rendering moderne, la Spyro Reignited Trilogy non sfigura con gli altri titoli della generazione attuale.

Spyro reignited trilogy, platform, recensione, activisionPer esempio, il primo gioco mostra un design unico per ogni singolo drago che bisogna salvare – è un dettaglio così piccolo, dal momento che ce ne sono così tanti, ma impressiona la personalità di ognuno di essi. Allo stesso modo, i nemici e i personaggi non giocabili hanno ora delle animazioni deliziose che li rendono più vivi che mai. Il gameplay è rimasto sostanzialmente immutato, così come gli straordinari livelli ricchi di missioni da portare a termine ed i movimenti classici di Spyro inalterati: salto, volo libero, ricarica, fuoco e molto altro ancora. L’unico problema è rappresentato da una telecamera in alcuni casi traballante, soprattutto nelle fasi di gioco più concitate, ma si tratta di una piccolezza se rapportata all’intero restyling del pacchetto finale. Per quanto riguarda il comparto sonoro, la soundtrack originale è rimasta inalterata, ma sono stati inclusi dei brani aggiornati e la possibilità di switchare a proprio piacimento. Se non avete mai potuto ammirare le prodezze del simpatico draghetto viola o se siete cresciuti con la prima PlayStation, la Spyro Reignited Trilogy è il regalo natalizio perfetto per il rapporto qualità/convenienza. Alla modica cifra di 39,90 euro, infatti, avrete a vostra disposizione tre magnifici titoli che hanno segnato la storia della console di casa Sony e che hanno fatto breccia nel cuore di milioni di videogiocatori.

4

Buono

Average User Rating
0
0 votes
Rate
Submit
Your Rating
0