Finalmente, dopo quasi un anno di on air negli Stati Uniti, ecco uscire anche qui in Italia tutti gli episodi di Feud – Bette and Joan (li ha messi in onda, dal 7 gennaio e al 29 gennaio, il canale Studio Universal di Mediaset Premium, dove sono ancora disponibili alla visione). Bette and Joan è una serie tv che porta al centro della storia una delle rivalità più mitiche e iconiche nella storia dello stardom cinematico mondiale. Si tratta naturalmente della “faida” tra Bette Davis e Joan Crawford, due attrici che nella loro epoca d’oro sono state autentiche potenze hollywoodiane, per giunta completamente diverse l’una dall’altra in tutti i sensi, sia caratterialmente sia esteticamente. Il che le rende perfette per incarnare questo scontro epocale. Il momento più eclatante di questa “guerra” è stato durante la lavorazione del film del 1962 Che fine ha fatto baby Jane?, leggendario thriller psicologico di Robert Aldrich sul rapporto tra un ex enfant prodige del varietà e la sorella disabile.

Ed è proprio su quanto accadde dentro quel set che l’ideatore di Feud, Ryan Murphy, ha basato la sua terza serie antologica dopo le molto seguite American Horror Story e American Crime Story.  Nella serie, le due star sono interpretate da due grandi attrici dei nostri tempi –  Susan Sarandon nel ruolo di Davis e Jessica Lange nei panni di Crawford.

Entrambe sono talmente brave a calarsi nella parte da farti dimenticare che stanno recitando. Seguendo la vita di Davis e Crawford dentro e fuori dal set, gli 8 episodi di Feud – Bette and Joan ci portano in un mondo in cui la pressione per una donna costretta a vivere sotto i riflettori è cento volte superiore a quella che devono sopportare gli uomini. Oltre a dover fare i conti con la discriminazione basata sull’età, la donna deve anche subire la misoginia latente che regna negli studio di Hollywood in generale. Quest’industria è già di per sè una bestia feroce, in più essere una donna che deve fare i conti con l’invecchiamento anagrafico cercando al tempo stesso di mantenere il successo e la popolarità acquisiti, si rivela un cocktail micidiale che nel caso di Crawford e Davis ha fatto emergere i peggiori lati dei caratteri di queste dive. La prima stagione di questa serie antologica ha registrato ottimi consensi di pubblico e critica l’89 per cento su Rotten Tomatoes e 81 punti su 100 su Metacritic. Un altro che si aggiunge al già ricco curriculum di Murphy. Attendiamo con ansia la seconda stagione di Feud: questa volta toccherà alla “guerra” tra il Principe Carlo e Lady Diana, e si chiamerà Feud – Buckingham Palace.

3

Okay

Average User Rating
3.5
1 vote
Rate
Submit
Your Rating
0