Death Stranding: data di uscita e nuovi dettagli dell’atteso titolo di Hideo Kojima

Death Stranding: data di uscita e nuovi dettagli dell’atteso titolo di Hideo Kojima

Erano in molti a pensare che sarebbe stato impossibile, ma Hideo Kojima ha stupito nuovamente i suoi fan. La geniale mente dietro alla saga di Metal Gear Solid ha infatti annunciato che Death Stranding, titolo mostrato per la prima volta all’E3 2016, uscirà l’8 novembre 2019, ovviamente in esclusiva per PlayStation 4. Il grande annuncio, che ha mandato letteralmente in visibilio il web, soprattutto coloro che temessero il gioco venisse rimandato al 2020, è stato accompagnato da uno spettacolare trailer esteso di 9 minuti che ci ha permesso di capire qualcosa in più sulla criptica trama.

Assediato da ondate di morte provenienti da ogni angolo del mondo, Sam Bridges, il protagonista interpretato da Norman Reedus, si imbarca in un pericoloso viaggio per riunire il mondo distrutto un passo alla volta. Nel trailer viene rimarcata l’importanza della connessione e del rimanere uniti, così come la tagline “Il futuro è nelle vostre mani”. Oltre alla già ampiamente pubblicizzata presenza di Guillermo Del Toro, Mads Mikkelsen, Lindsay Wagner e Léa Seydoux, il video in questione ha annunciato anche la partecipazione di Nicolas Winding Refn e Margaret Qualley.

Ma non è tutto, perchè Kojima ha rivelato su Twitter altri interessanti dettagli legati a Death Stranding. Inanzitutto va segnalata l’assenza di un “game over” classico: una volta sconfitti, i giocatori saranno catapultati in una sorta di mondo capovolto e dovranno farsi strada per tornare in quello dei vivi. Ogni morte avrà una conseguenza ben precisa ed è per questo consigliabile scegliere con attenzione il proprio stile di gioco.

Death Stranding non avrà il multiplayer, ma i giocatori saranno in ogni modo connessi attraverso una forma di gameplay online asincrono: pur non potendosi mai incrociare, potranno aiutarsi a vicenda attraverso numerose azioni come l’invio di rifornimenti, la condivisione di case sicure e camminare sulle orme di altri corrieri per riunire la civiltà.

Infine, grazie all’utilizzo del motore grafico Decima Engine, Death Stranding promette ai giocatori la scoperta di un mondo ultra-realistico. Si imbatteranno spesso in ostacoli insormontabili e dovranno lottare con esseri soprannaturali ed elementi che possono alterare lo stato fisico dell’ambiente circostante. Insomma, non ci resta che attendere altri cinque mesi per scoprire se Death Stranding risulterà essere l’ennesimo capolavoro targato Kojima.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>