Biografilm 2019 – a Fabrice Luchini e Antanas Mockus il premio alla carriera

Biografilm 2019 – a Fabrice Luchini e Antanas Mockus il premio alla carriera

Dopo aver annunciato il premio alla carriera (Celebration of Lives Award) alla fotografa Letizia Battaglia, il Biografilm ha deciso di conferire degli ulteriori riconoscimenti a due figure di spicco del cinema e della politica. Il primo è l’attore francese Fabrice Luchini, conosciuto per le sue interpretazioni in film come Molière in bicicletta e La corte, che gli è valso la vittoria a Venezia della Coppa Volpi; e il filosofo, matematico colombiano Antanas Mockus, rimbalzato tra le notizie di tutto il mondo per i suoi provvedimenti come sindaco di Bogotà. Per quanto riguarda Luchini, di recente è stato tra i protagonisti del film Parlami di te, diretto da Hervé Mimran, ma oltre a ricevere il premio, al Biografilm sarà presente per l’anteprima nazionale del suo prossimo film Chi l’ha scritto? Il mistero di Henri Pick, basato sul romanzo di David Foenkinos Il mistero Henri Pick. Il film di Rémi Bezançon sarà in seguito distribuito nelle sale in autunno da I Wonder Pictures.

Per quanto riguarda invece Mockus, il motivo che ha spinto gli organizzatori del festival ad assegnargli questo premio è per la sua capacità innovativa di gestione di Bogotà, che parte sin dalle promesse elettorali di alzare le tasse, un provvedimento poco conveniente se fosse un politico europeo a proporlo. Eppure da quando è alla guida della città, è riuscito a compiere una vera e propria impresa considerando le iniziative che vanno dall’inclusione sociale a quelli più mirati come la riduzione di reati. Ad esempio, per ridurre gli incidenti stradali introdusse 500 mimi che per le strade della città reagivano ai comportamenti degli automobilisti.Antanas Mockus viene ricordato però per le “Notti delle donne”. Erano delle serate in cui le donne potevano uscire di casa, e che prevedevano un coprifuoco volontario per gli uomini, i quali per quel periodo accudivano i figli in attesa del ritorno delle mogli. Il risultato? 700.000 donne uscirono di casa a festeggiare, ma quello che successe di lì in avanti era che durante quelle giornate ci furano delle piccole iniziative dove alcune donne, davanti alle case degli uomini che avevano aderito, si fermarono per applaudirli e ringraziarli.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>