Bentornato Presidente – il trailer ufficiale

Bentornato Presidente – il trailer ufficiale

Storia vera o frutto dell’immaginazione degli autori? Lasciamo la risposta ai posteri, e concentriamoci sul cinema. Il 28 marzo nelle sale italiane, Giuseppe Garibaldi è pronto a salvare l’Italia per la terza volta. La prima è accaduta durante il Risorgimento, quando il celebre condottiero assieme a 1000 soldati è riuscito nell’impresa di unire l’Italia. La seconda è capitata a un altro Garibaldi, denominato Peppino, che all’improvviso si trova a essere nominato Presidente della Repubblica. Tutto deciso da un errore, un eccesso di leggerezza. Basta dunque poco a diventare il Capo di Stato di un Paese. E lo stesso può avvenire nel caso della seconda carica più importante: il Capo di Governo.

In mezzo a due forze politiche che non sembrano proprio trovare un accordo pacifico su chi dovrebbe guidare il governo (ogni riferimento, come scritto prima, è puramente casuale), qualcuno riesce a trovare un piccolo compromesso in modo da poter avviare la legislatura senza intoppo. Dall’alto delle montagne il povero Garibaldi verrà chiamato nuovamente a risolvere una situazione in bilico. Ma siamo davvero sicuri che lui riuscirà ad avere il controllo di tutto il palazzo? Intanto, come pura formalità… Bentornato Presidente. Il cast del film vede una sostituzione rilevante tra i personaggi principali. La conferma di Claudio Bisio era praticamente scritta, ma al posto di Kasia Smutniak, sarà Sarah Felberbaum a interpretare il ruolo di Janis Clementi. In questo secondo capitolo vedremo inoltre Pietro Sermonti, Paolo Calabresi, Guglielmo Poggi e Massimo Popolizio. Bentornato Presidente, prodotto da Indigo Film, uscirà nelle sale il 28 marzo distribuito da Vision Distribution.

Sinossi

Sono passati otto anni dalla sua elezione al Quirinale e Peppino Garibaldi vive il suo idillio sui monti con Janis e la piccola Guevara. 
Peppino non ha dubbi: preferisce la montagna alla campagna… elettorale. Janis invece è sempre più insofferente a questa vita troppo tranquilla e soprattutto non riconosce più in lui l’uomo appassionato che voleva cambiare l’Italia, di cui si è innamorata. Richiamata al Quirinale, nel momento in cui il Paese è alle prese con la formazione del nuovo governo e appare minacciato da oscuri intrighi, Janis lascia Peppino e torna a Roma con Guevara. Disperato, Peppino non ha scelta: tornare alla politica per riconquistare la donna che ama.

Il trailer

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>