Netflix – Roma, La ballata di Buster Scruggs e Bird Box al cinema prima del debutto nel catalogo

Netflix – Roma, La ballata di Buster Scruggs e Bird Box al cinema prima del debutto nel catalogo

Netflix ha cambiato strategia. E già questa è una notizia. Non che non fosse nell’aria questa svolta distributiva del gigante dello streaming americano al termine del festival di Venezia. Tutti, a partire dal direttore Barbera e dal regista Genovese, allora nella giuria che consegnò nelle mani di Alfonso Cuaron il meritato Leone D’Oro per Roma, si sono assicurati che il papabile vincitore della Mostra dovesse in qualche modo essere fruito al cinema da un pubblico più ampio possibile. Le polemiche allora non mancarono, con l’ANICA e le altre associazioni di categoria a chiedere a gran voce l’inserimento di norme chiare contro lo stravolgimento delle regole da parte di Netflix, dopo che il film Sulla mia pelle, sulla vicenda di Stefano Cucchi, uscì in contemporanea sulla piattaforma e al cinema, portando l’allora presidente dei distributori ANICA Andrea Occhipinti, a capo di Lucky Red, alle dimissioni.

Fino a qui, era il tipico “dove eravamo rimasti”. In questi giorni, però, è giunta una vera e propria sterzata (per molti forse insufficiente) avvenuta proprio dai vertici di Netflix, come afferma lo stesso responsabile dei prodotti cinematografici Scott Stuber.

“C’è stata una risposta travolgente a tutti i nostri film in questa stagione nei festival, come Outlaw King, che sarà nei cinema e su Netflix la prossima settimana, e questo piano sta prendendo piede. La priorità di Netflix sono i nostri membri e i nostri registi, e siamo in costante mutamento per servirli”.

Detto da un’azienda che fino a quel momento rinnegava il circuito tradizionale di distribuzione, è un grosso passo in avanti. La novità tuttavia riguarderà 3 lungometraggi previsti in uscita a fine 2018: Roma, La ballata di Buster Scruggs e Bird Box. Per quanto riguarda il film di Cuaron, Netflix ha programmato un’uscita nelle sale ben due settimane prima il debutto online. Il 21 novembre Roma uscirà al cinema a New York, Los Angeles e in Messico, per poi essere rilasciato in ulteriori sale negli Stati Uniti a partire dal 27 dello stesso mese e il 7 dicembre. Lo stesso regista ha spinto affinché questo suo ultimo lavoro, girato in bianco e nero usando una pellicola 65mm, potesse avere ampio respiro anche al di fuori della rete.

“Vedere la ‘Roma’ sul grande schermo è importante tanto quanto assicurare alle persone di tutto il mondo di avere la possibilità di visionarlo nelle loro case. Roma è stato filmato in 65 mm, completato poi usando un mix di suoni Atmos molto complesso. Mentre una sala cinematografica offre la migliore esperienza possibile per Roma” è stata progettata per essere ugualmente significativa se vissuta nell’intimità della propria casa “.

Secondo quanto riporta Indiewire, l’Italia dovrebbe rientrare, insieme alla Gran Bretagna e alla Germania, tra gli stati europei in lizza per un’uscita in sala, anche se non è ancora certo il numero di copie che verranno rese disponibili.  Lo stesso discorso varrà per l’ultimo dei fratelli Coen, La ballata di Buster Scruggs, distribuito l’8 novembre a Los Angeles, New York e San Francisco per poi uscire ufficialmente il 16 novembre su Netflix e in contemporanea in alcuni cinema americani, canadesi ed europei. Per quanto riguarda invece Bird Box di Susanne Bier, disponibile in alcune sale americane, in Europa e in streaming dal 21 dicembre, la data prescelta per le anteprime di Los Angeles, New York, San Francisco, e Londra è stata fissata per il 13 dicembre.

Fonte: Indiewire, Variety

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>