Emmy Awards 2018 – la lista dei vincitori

Emmy Awards 2018 – la lista dei vincitori

La tv si è arricchita di nuovi premi con l’assegnazione degli annuali Emmy Awards. Giunta alla 70° edizione, al Microsoft Theater di Los Angeles sono stati conferiti i massimi riconoscimenti alle migliori produzioni seriali e televisive americane. Nel campo delle serie drammatiche, a vincere la categoria principale è HBO con Game of Thrones, che ottiene anche la statuetta per il miglior attore protagonista conquistato da Peter Dinklage. L’emittente aumenta il suo bottino di premi grazie anche all’altro racconto di punta di quest’anno, Westworld, che grazie a Thandie Newton si aggiudica la categoria per la miglior attrice non protagonista. Netflix può comunque esultare con The Crown, che ottiene la miglior regia, e la miglior interpretazione femminile conferita a Claire Foy. The Americans raccoglie invece i premi per il miglior attore (Matthew Rhys), e la miglior sceneggiatura.

Nel campo della commedia, The Marvelous Mrs. Maisel vince a mani basse aggiudicandosi la miglior serie, la miglior regia, le migliori attrici (andati rispettivamente a Rachel Brosnahan e Alex Borstein), e per il miglior script, con l’unico concorrente, Barry, a riuscire a vincere nelle categorie per le interpretazioni maschili, grazie agli attori Bill Hader e Henry Winkler. Nella categoria per le limited series, agli Emmy Awards è stato uno scontro equo che ha portato a una divisione più o meno equilibrata tra The Assassination Of Gianni Versace: American Crime Story (miglior miniserie, regia, attore protagonista), Godless (miglior attore e attrice non protagonista), Seven Seconds e Black Mirror, che con l’episodio USS Callister si è aggiudicato l’Emmy Award per la miglior scrittura.

Qui tutti i vincitori degli Emmy Awards 2018

Drama

Miglior serie drammatica: “Game of Thrones”

Miglior regia in una serie drammatica: Stephen Daldry (“The Crown”)

Miglior sceneggiatura in una serie drammatica: Joe Weisberg and Joel Fields (“The Americans”)

Miglior attrice protagonista in una serie drammatica: Claire Foy (“The Crown”)

Miglior attore protagonista in una serie drammatica: Matthew Rhys (“The Americans”)

Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica: Thandie Newton (“Westworld”)

Miglior attore non protagonista in una serie drammatica: Peter Dinklage (“Game of Thrones”)

Commedia

Miglior serie commedia: “The Marvelous Mrs. Maisel”

Miglior regia in una serie commedia: Amy Sherman-Palladino (“The Marvelous Mrs. Maisel”)

Miglior sceneggiatura in una serie commedia: Amy Sherman-Palladino (“The Marvelous Mrs. Maisel”)

Miglior attrice protagonista in una serie commedia: Rachel Brosnahan (“The Marvelous Mrs. Maisel”)

Miglior attore protagonista in una serie commedia: Bill Hader (“Barry”)

Miglior attrice non protagonista in una serie commedia: Alex Borstein (“The Marvelous Mrs. Maisel”)

Miglior attore non protagonista in una serie commedia: Henry Winkler (“Barry”)

Miniserie

Miglior miniserie: “The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story”

Miglior regia in una miniserie: Ryan Murphy (“The Assassination Of Gianni Versace: American Crime Story”)

Miglior sceneggiatura in una miniserie: William Bridges, Charlie Brooker (“USS Callister”, Black Mirror)

Miglior attrice protagonista in una miniserie: Regina King (“Seven Seconds”)

Miglior attore protagonista in una miniserie: Darren Criss (“The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story”)

Miglior attrice non protagonista in una miniserie: Merritt Wever (“Godless”)

Miglior attore non protagonista in una miniserie: Jeff Daniels (“Godless”)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>