Metal Gear Solid – ecco i concept art del regista Jordan Vogt Roberts

Metal Gear Solid – ecco i concept art del regista Jordan Vogt Roberts

Sono passati 31 anni dall’uscita di uno dei racconti videoludici più celebri, Metal Gear Solid. L’opera, creata da Hideo Kojima, fu rilasciata ufficialmente nel 1987 per i dispositivi MSX, NES, MS-DOS e Commodore 64, mentre il primo capitolo per la console Playstation (nonché il terzo della saga) uscì 20 anni fa, nel 1998, che riuscì a ottenere all’epoca ben 6 milioni di copie vendute. La grande ascesa del franchise ha portato alla realizzazione di numerosi sequel per le varie piattaforme, mentre solo negli ultimi anni, precisamente nel 2006, Kojima aveva annunciato la volontà di portare al cinema un adattamento fedele al videogioco. Nonostante un primo blocco dovuto alle diverse vedute tra Konami, la casa che detiene i diritti della saga, e Sony abbia inizialmente arenato il progetto, nel 2012 arriva una buona notizia per i fan. Il film si farà, e a dirigerlo sarà il giovane Jordan Vogt Roberts, visto di recente nel nuovo racconto dedicato a King Kong, Skull Island.

A mettere mano alla sceneggiatura del film prodotto da Sony Pictures sarà invece Derek Connolly, autore dei due nuovi capitoli di Jurassic World tratti dalla storia originale scritta da Michael Crichton. Il rapporto tra loro parte da lontano, con la realizzazione del lungometraggio dal titolo Safety Not Guaranteed, che ha acceso l’interesse del regista Steven Spielberg, mettendo proprio lo sceneggiatore all’interno dei progetti di Amblin Entertainment come, ad esempio, il racconto fantascientifico Intelligent Life. Sono ancora sconosciuti i dettagli della storia (Metal Gear Solid racconta le gesta del soldato Solid Snake in una centrale di armi nucleari sull’isola di Shadow Moses), ma il regista Jordan Vogt Roberts, in un’intervista su Screen Rant, sostiene che ingloberà tutti i fattori presenti nel videogioco, dal soprannaturale all’horror. E dai concept art pubblicati in rete, c’è da essere fiduciosi sul risultato.

“Il motivo per cui do un sacco di credito ai nostri produttori e allo studio è perché entrai e dissi:” Accettiamo il fatto che Metal Gear Solid è strano”. Abbiamo compreso che ci sono sia elementi soprannaturali in questo gioco che elementi vicino al genere horror. Abbiamo compreso il fatto che ci sono stranezze e idiosincrasie giapponesi che sono tutte appartenenti a questo mondo molto serio. Dobbiamo mettere tutte queste cose e renderlo unico e diverso da qualsiasi altra cosa, in modo che rappresenti tutti quegli elementi descritti. Il resto del mondo se ne innamorerà proprio per la sua peculiarità, e non per aver cercato di trasformarlo in qualcos’altro”.

Fonte: Comic Book Movie, Screen Rant

1 Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>