James Gunn – possibile ritorno in casa Marvel?

James Gunn – possibile ritorno in casa Marvel?

Lo scossone si è sentito in ogni angolo del mondo, al pari dei danni visti di recente in Infinity War. Ma come ogni terremoto, anche in questo caso potrebbe esserci un periodo di riassestamento tra le due placche. Da una parte, Walt Disney Company, che in quattro e quattr’otto ha licenziato il regista James Gunn dopo che l’attivista vicino alle politiche di Trump (nonché complottista) Jack Prosobiec ha compiuto in un post una serie di collage con al suo interno dei tweet di dubbio gusto, dove l’autore 10 anni fa commentava con tono ironico su argomenti delicati come la pedofilia e lo stupro. Dall’altra parte, Marvel Studios, che si è visto togliere all’ultimo un regista che nel giro di poco tempo entrava nel pieno della produzione di Guardiani della Galassia Vol.3, il racconto che avvicina gli sprizzanti anni ’80 al periodo moderno dei cinecomic tradizionali usciti nelle sale negli anni.

Secondo quanto riporta la rivista Deadline, alcune fonti interne hanno affermato che Marvel Studios è in questo momento in contatto con la Disney per trovare un compromesso in modo da poter far rientrare James Gunn nel progetto, dopo che alcune indiscrezioni parlavano non solo del rischio che la sceneggiatura del film non venisse usata per questo terzo capitolo, ma anche di alcuni contatti tra l’autore americano con altre major come Warner Bros. Marvel Studios, capitanato da Kevin Feige, non ha infatti emesso alcun comunicato in merito, ma il fatto sorprendente è che a prendere posizione sulla faccenda c’hanno pensato i diretti interessati, gli attori presenti in Guardiani della Galassia, che, seppur condannando i tweet di Gunn, hanno sostenuto il loro capitano chiedendo il reintegro immediato nel progetto.

“Sebbene non approvi le battute inappropriate di James Gunn di alcuni anni fa, è un brav’uomo. Personalmente mi piacerebbe vederlo reintegrato come regista del Volume 3”, dichiara uno degli attori, Chris “Star Lord” Gunn.

Although I don’t support James Gunn’s inappropriate jokes from years ago, he is a good man. I’d personally love to see…

Pubblicato da Chris Pratt su Lunedì 30 luglio 2018

Vedendo questa situazione, uno dei rischi è che i fan della saga possano boicottare il film dopo questo brusco allontanamento del regista da parte dell’azienda, un effetto che, nonostante le cause completamente differenti, si è potuto vedere in altre produzioni come Solo e Justice League.

Fonte: Deadline

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*