La forza delle donne, un corto italiano tra i finalisti del Kalat Film Festival 2018

La forza delle donne, un corto italiano tra i finalisti del Kalat Film Festival 2018

Il Kalat Film Festival, quest’anno alla sua ottava edizione, avrà luogo a Caltanissetta dal 24 al 26 maggio prossimi. Tra i finalisti di questa rassegna internazionale di cortometraggi ci sarà anche il film italiano La Forza delle Donne, scritto da Laura Aprati e diretto dalla sceneggiatrice insieme a Marco Bova. Il film verrà proiettato, in occasione del Festival, il 26 maggio alle 20:30 al Teatro Regina Margherita.

Questo corto, nei suoi 10 minuti e 49 secondi, lascia spazio a donne di tutto il mondo che affrontano problemi importanti, ma comuni, come fame, perdita di tutto ciò che si ha, le bombe e come la necessità di lasciare la propria terra per cercare un futuro.

Sono donne musulmane, yazide, cristiane, siriane, riunite grazie a Rima Karaki, giornalista libanese crescita a Beirut. Proprio in Libano si sono rifugiati palestinesi, siriani e più religioni riescono a convivere. Rima in televisione va in onda senza velo ed è famosa dal momento in cui ha tolto la linea diretta ad uno sceicco che non rispettava la parità di genere.

kalat film festival 2018, la forza delle donne

E’ proprio attraverso lo sguardo interamente femminile e attraverso la diversità di genere che La forza delle donne racconta i problemi di conflitti e migrazioni. Sono donne che provengono da diversi strati sociali, di differenti religioni ed etnie, ma sono tutte accomunate e solidali nel dovere affrontare difficoltà quotidiane, come la gestione della famiglia e altre responsabilità sempre più gravose. In questo cortometraggio affrontano anche il problema di vivere in un mondo e in una società in cui l’uomo è dominante, ma, nei tempi difficili come sono quelli di guerra, si trasforma nell’anello debole. E come questa difficoltà nel rapporto con gli uomini si ripercuota sulla loro relazione con i figli.

Il Premio finale di Kalat Nissa, l’Antenna d’oro 2018, verrà assegnato da una giuria di esperti presieduta dal regista e direttore di fotografia ungherese, Lajos Koltai. La giuria stessa è composta da: Stefania Berbenni, giornalista, Luigi Mariniello, produttore di Rai Fiction, Nicoletta Ercole, costumista, Stefania Casini, attrice, Giancarlo Soldi, regista. Il presidente del Festival è Fernando Barbieri, Presidente Onorario è Ugo Gregoretti e a capo della direzione artistica c’è Roberto Giacobbo.

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*