Il mio uomo perfetto: Nancy Coppola e il cast presentano il film a Napoli | FOTO

Il mio uomo perfetto: Nancy Coppola e il cast presentano il film a Napoli | FOTO

Evo production ha presentato a Napoli il nuovo film “Il mio uomo perfetto” con protagonista Nancy Coppola alla presenza del regista Nilo Sciarrone e del resto del cast.

“Il mio uomo perfetto” è il classico esempio di come i sogni si avverano, come ci ha confessato un’emozionatissima Nacy Coppola alla presentazione avvenuta a Napoli.  La location dell’incontro è stato il bellissimo cinema-ristorante Hart, uno dei locali più caratteristici del capoluogo campano in cui è possibile cenare e contemporaneamente vedere film, anche sdraiati. L’ex concorrente dell’Isola dei Famosi sognava da tanto il debutto sul grande scemo e con l’amico e regista Nilo Sciarrone, oltre che con il marito Christian, ha deciso di aprire la casa di produzione Evo Films e realizzare questa commedia romantica.

Il film è tutto made in Napoli, con un cast importante che vede al fianco di Nancy Coppola Andrea Palmese e Francesco Testi, entrambi presenti all’anteprima napoletana. Le difficoltà di una produzione a basso budget, ma che ha portato tutti a notevoli sforzi e tanta partecipazione per portarla a termine. Ecco cosa ci hanno raccontato i protagonisti.

Nancy Coppola è la prima a prendere la parola e scherza sul ruolo di protagonista e produttrice cinematografica ne “Il mio uomo perfetto”:

“Sembra un po’ strana la cosa perché solitamente quando prendo il microfono canto, questa è la mia prima conferenza stampa. È un progetto importante arrivato prima dell’isola, poi mi sono fermata e ho conosciuto questa donna stupenda. Lei si è proposta e ho avuto l’onore di avere Eva nel film, poi sono arrivati Testi e Palmese. Il mio regista ha sempre fatto i miei video clip e la regia dei miei concerti, ci conosciamo da anni e bene. Siamo qui con tanta umiltà, ci siamo abbracciati è diventati una famiglia. Non eravamo in 100, ma i nostri 50 valevano più di 100. Io ho fatto anche aiutante cast, di tutto e di più. La cosa che ho amato di questi personaggi è che non mi hanno fatto sentire inferiori a loro. In particolare conoscevo già Eva, avevo paura di questo signorino ma mi ha aperto la mente e abbiamo parlato di futuri film. Siamo qui e voglio ringraziarvi tutti perché non ne ho mai visti così tanti di film”.

La protagonista parla poi del suo film e delle emozioni differenti e uniche mai provate prima nella sua carriera:

“Un film romantico, brillante, basato sulla comicità con dei momenti drammatici. Vorrei elogiare Giuliana Boni, ha scritto un copione bellissimo e una storia leggera. Ci ha messo anima e corpo, ha fatto molti cambiamenti in corso che abbiamo apprezzato tanto. Il cinema è sempre stato il mio sogno, di solito quando non si avvera cerco di avverarmelo da sola. Volevo fare un film con la signora Maria del Monte ed è qui con me, ho avverato un film. Sono nuove emozioni, faccio la cantante da 14 anni e da 10 teatro. Ero alla ricerca di un cambiamento e nuovi stimoli, ho sempre sognato il cinema ed è la ciliegina sulla torta. Mi piace tanto mettermi in gioco, spero non sia ne il primo ne l’ultimo. Il mio uomo perfetto? Sono fortunata, ne ho due. Mio marito e mio figlio”.

“Il mio uomo  perfetto” è anche l’opera prima di Nilo Sciarrone, già da tempo collaboratore e amico di Nancy Coppola che ha voluto fortemente accompagnarla in questa nuova avventura:

“Abbiamo creato questa società sognando, nella nostra idea iniziale c’era la volontà di creare un film non considerando di avere 10 milioni di euro. Ci siamo rimboccati le maniche, come si fa a Napoli. Il risultato finale mi sembra abbastanza buono, però avendolo visto un miliardo di volte ho smesso di essere obiettivo. Il film parla di una ragazza dei giorni d’oggi, alla fine la nostra vita gira sempre intorno all’amore che la fa da padrone. Volendo parlare d’amore abbiamo voluto calcare un tipo di tematica. L’amore e la felicità che non si possono nascondere dietro gli stereotipi, ci auguriamo vi possa piacere. Ho iniziato quest’avventura con Nancy e il fidanzamento è convogliato in un matrimonio. Abbiamo creato una società io, lei e il suo ragazzo treperché abbiamo pensato che con un produttore sopra non avremmo scelto la linea del film, ci sono stati poi tanti litigi ma sono quelli tra fratelli”.

Giuliana Boi è la scenggiatrice del film, una rarità vedere una donna in un ruolo del genere specialmente in Italia:

“Per chi scrivere è più facile scrivere che parlare. Ciò che ha fatto Nancy rappresenta un’occasione per tutti noi. Una donna ha scritto per un’altra donna produttrice, so che anche a Francesco sta a cuore il discorso della tematica femminile. In Italia ci sono 10 sceneggiatrice, la storia che vedrete è quella di una mancanza e di un riscatto partendo dall’amore con se stessi. Ho sempre detto a Nilo che lui é il papà e io la mamma, Nancy e quel che n’è uscito sono i figli e ora devono andare”.

Eva Grimaldi è il nome di punta di un cast variegato ed interessante, ha iniziato raccontando un episodio di tanti anni fa che la vide protagonista con Vittorio Gassman su cosa significasse amare il cinema:

“Vi racconto un aneddoto. Vittorio Gassman mi disse che quando non avrei avuto più le farfalline nello stomaco avrei dovuto cambiare lavoro, io ce le ho ancora. Io sono molto felice ed e emozionantissima perché ho partecipato alla realizzazione di questo sogno, il sogno di una città e di questo cinema bellissimo e storico. Non è facile fare una conferenza stampa in una location simile, io sostengo questo cinema con amore e umiltà. Avevo l’amore di queste persone, anche io condivido che Nancy fosse già brava, i napoletani non hanno bisogno di scuola perché nascono con un talento immenso. Nilo diventerà un grande regista, ha fatto tutto lui dalla grafica al montaggio. È importante il regista, ma è fondamentale il montaggio per dare ritmo al film. Stiamo notando che c’è una rinascita del sud, dalle ultime elezioni il sud sta rinascendo, ho sempre sostenuto il sud e ci sarò sempre. Poche risorse, ma tanto amore”.

Francesco Testi è il bello de “Il mio uomo perfetto”, uno dei due candidati al titolo di uomo ideale nel cuore della protagonista:

“Eva è di Verona come me, ma tenimma a cazzimma come a voi. Solo il napoletano può parlare napoletano, ma vi garantisco che la teniamo. Condivido un pensiero con voi  che può  suonare come ridondante, quando hai amore per il tuo lavoro poi ti ripaga, magari non subito. Tutte queste persone di cui ha parlato Eva amano quel che hanno fatto, si sono messe in gioco al 100% rischiando. Sono contento di aver conosciuto bene lei e chi ha lavorato umilmente al film. Hanno un grande cuore, portavano gli avanzi delle pause sul set ai poveri della stazione. Vedete il film, sono sicuro vi piacerà”.

Antonio Palmese è l’altro protagonista maschile de “Il mio uomo perfetto” e si è ricreduto sulla bontà del progetto proprio grazie al massiccio impegno di tutti:

“Che cos’è l’arte? Mi affascina il procedimento creativo, recitare è come ballare un tango ed i miei partner sono stati tutti all’altezza. Anche se magari ho fatto pochi passi con loro è stato molto bello improvvisare con loro e seguire la coreografia. Ci siamo conosciuti strada facendo, lavorando ed è stato interessante constatare quanto la dedizione sia stata forte, io ho i gabbiani nello stomaco. Mi emoziona molto esser partito con sospetto e pregiudizio, ma ho imparato di più su questo set che su tanti altri. Il regista ci ha lasciato carta bianca, ci ha detto la direzione e la coreografia chiedendo di tirare fuori noi stessi . Molti registi lavorano con l’orologio in mano per portare le scene a casa, non so cosa abbiano preso o tolto ma ci siamo divertiti davvero. Ho recitato poco con Francesco Testi ma essere qui con loro e con voi mi ripaga di quello che abbiamo fatto questa estate fino a tarda notte”.

 

Il cameo più applaudito del film “Il mio uomo perfetto” sarà sicuramente quello della grande attrice di teatro partenopea  Maria del Monte:

“Voglio ringraziare il regista e Nancy di questo cameo. Non so che dire, auguri a Nancy tanta fortuna perché se lo merita. Ha fatto tutto con amore e tanti sacrifici, i giornalisti insegnano che questo mestiere si deve fare con sacrifici e amore. Lo tengo pure io l’uomo perfetto, sta in sala è mio marito”.

Il film “Il mio uomo perfetto” di Nilo Sciarrone arriverà nelle sale dal prossimo 15 marzo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>