Kevin Feige sull’accordo Disney – Fox: “Nessun cambiamento nella MCU, non prima del 2019”

Kevin Feige sull’accordo Disney – Fox: “Nessun cambiamento nella MCU, non prima del 2019”

Alla luce dell’accordo stipulato tra i due colossi dell’intrattenimento americano, con Walt Disney ad acquisire tutto il comparto della Fox, con l’eccezione dell’informazione e lo Sport, rimasto nell’impero dell’editore Rupert Murdoch, è lecito chiedersi che cosa accadrà all’interno della Marvel Cinematic Universe gestito da Kevin Feige. Troveremo gli X-Men e i Fantastici 4 ad aiutare gli Avengers in un crossover che vede tra i sostenitori nientemeno che lo “Zio del Tuono” Chris Hemsworth? Di certo i fan della Marvel non possono lamentarsi, visto che questo 2018 vedrà i Vendicatori uniti contro il malvaglio Thanos in Infinity War, il film che sfoggia il cast più ampio di supereroi usciti al cinema. Senza contare il capitolo dedicato a Black Panther, in uscita a febbraio, e al new entry del personaggio di Wasp nel secondo episodio di Ant-Man. Ma in tutto ciò, il presidente della Disney Alan Horn ha comunicato a Kevin Feige cosa accadrà in futuro nell’azienda, e in particolare nel settore cinematografico della casa delle idee?

“L’ho letto sulla stampa, come ha fatto la maggior parte della gente. Questi sono grandi affari, e sono indubbiamente al di sopra delle mie responsabilità. Il nocciolo della questione, come ho capito, è che l’accordo deve essere ancora compreso. Non c’è stata comunicazione. Non ci stiamo pensando. Ci stiamo concentrando su tutto ciò che abbiamo già annunciato. Se e quando l’accordo avrà luogo, inizieremo a pensarci di più. Fino ad allora, abbiamo molto da fare”.

L’idea di vedere quindi personaggi come Wolverine, Tempesta, il professor Xavier, Ciclope, Deadpool, Fenice insieme a Captain America, Iron Man, Thor, Hulk e i Guardiani della Galassia, rimane ancora un’ipotesi, anche se non priva di precedenti. Il caso più attuale è quello di Captain America: Civil War, il film che vide Tony Stark e Steve Rogers scontrarsi dopo la scelta del Governo statunitense di rendere pubbliche le identità degli eroi. Kevin Feige, nella fase di stesura delle idee per il film, tra le storie potenziali per il lungo, c’era una versione che includeva proprio l’Uomo Ragno, in quel momento ancora di proprietà di Sony, che deteneva i diritti cinematografici. Allora era in atto un incontro tra le due aziende per permettere a Feige di sfruttare appieno il personaggio di Peter Parker, e dopo l’accordo raggiunto, fu permesso al ragazzino non solo di entrare in quell’epico scontro tra supereroi, ma di infondere nuova linfa al protagonista mascherato in Spider-Man: Homecoming. Questo processo, secondo il responsabile dei contenuti Marvel, non avverrà nel caso dei soggetti fino ad ora sotto l’ala protettiva della Fox, almeno per ora.

“Ci vorranno anni. Abbiamo annunciato tutto fino al 2019, quindi nessuno di questi progetti verrà cambiato”.

 

Fonte: Vulture

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*