Sam Raimi alla regia di The Kingkiller Chronicle

Sam Raimi alla regia di The Kingkiller Chronicle

È da 5 anni, dall’uscita del film Disney Il grande e potente Oz, che Sam Raimi non torna al cinema con un nuovo progetto cinematografico. Recentemente ha diretto l’episodio pilota della serie Ash vs. Evil Dead, il seguito della sua celebre saga iniziata nel 1981 con La casa. Qualcosa, finalmente, si sta muovendo per l’autore di Spiderman. Lionsgate sta infatti trattando con il regista per la trasposizione di The Kingkiller Chronicle (Le Cronache dell’Assassino del Re), tratto dai romanzi di Patrick Rothfuss. Come produttore esecutivo è stato scelto Lin-Manuel Miranda, attore del musical Hamilton che avrà un ruolo preponderante non solo nella colonna sonora del lungometraggio, ma anche in un futuro adattamento del racconto per il teatro.

La sceneggiatura è invece affidata a Lindsey Beer, che ha lavorato nella stesura di Transformers: The Last Knight e che ha in programma un futuro ricco di collaborazioni, da Dungeons & Dragons a Godzilla vs. Kong. La storia si incentra sulle avventure di Kvothe, un uomo contraddistinto per le sue abilità di arcanista e musicista ma che, per nascodere la sua vera identità, amministra una piccola locanda. Uno storico comprende subito chi è in realtà, e lo costringe a raccontare il suo vivace passato che nel frattempo è diventato leggenda tra gli uomini. La narrazione si concentrerà proprio sul primo capitolo, The Name of the Wind (Il nome del vento), che assieme all’altro testo letterario The Wise Man’s Fear (La paura del saggio) ha raggiunto più di 10 milioni di copie vendute nel tempo, entrando nella speciale classifica del The New York Times. Non sarà solamente Sam Raimi a portare il racconto su immagini. In questo momento è in atto anche la produzione televisiva di Showtime tratto proprio dalle cronache di Patrick Rothfuss, anche se non è chiaro se ci sarà un collegamento diretto tra il lungometraggio e la serie.

Tra i film diretti negli anni da Raimi, I due criminali più pazzi del mondo, Darkman, Pronti a morire, Drag Me to Hell e Soldi Sporchi, che ha ottenuto la candidatura come migliore sceneggiatura non originale e miglior attore non protagonista a Billy Bob Thornton.

 

Fonte: Variety

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>