Shining (1980) scelta da Adam Wyngard

Shining (1980) scelta da Adam Wyngard

Adam Wyngard: “La mia scena preferita in assoluto è quella con il barman in Shining, con Jack Nicholson e Joe Turkel. Adoro le interpretazioni e l’aspetto iconico che pervade l’intera situazione. Quando lo passano in tv, devo interrompere quello che sto facendo e guardarlo. Mi piace da morire il modo in cui quei due interagiscono, ma quella scena in particolare è quanto di meglio si possa chiedere a un film”.

INTERNO OVERLOOK HOTEL

Jack Torrance (Jack Nicholson) è di pessimo umore. Entra nella deserta Gold Room, accende le luci e si dirige al bar, anch’esso vuoto. Nessun drink in vista.

JACK: “Oddio, che voglia di bere qualcosa. Maledizione… magari soltanto… solo una birra”.

Si prende la testa tra le mani. Quando se le toglie dal volto, quello che vede lo fa sorridere.

JACK: “Salve, Lloyd. C’è poca gente stasera”.

Jack esplode in una risata da maniaco. Sappiamo perché: un barman – Lloyd (Joe Turkel) – è improvvisamente apparso. Per di più ora il bar è completamente rifornito.

LLOYD: “Lei ha ragione, Mr. Torrance. [Fa qualche passo in avanti e appoggia le mani sul bancone] Che cosa prende?”

JACK: “Una domanda molto azzeccata, caro Lloyd. Perché si dà il caso, amico mio, che ho due pezzi da venti e due da dieci qui nel mio portafogli. E temevo che ci rimanessero fino all’aprile prossimo. Allora facciamo una cosa: tu mi passi una bottiglia di Bourbon, con del ghiaccio e un bicchierino. Che dici, ci riesci, Lloyd? Non è che hai troppo da fare?”

LLOYD: “Sono sempre a sua disposizione”.

JACK: “Sei l’uomo che cercavo. Allora tira fuori tutto che mi faccio una bevuta, Lloyd, così mi tira su! È il senso del dovere che ci frega, amico mio. Il senso del dovere ci frega”.

Tira fuori il suo portafoglio. È vuoto.

JACK: “Oh Lloyd, ho paura che per il momento sono al verde. Come andiamo a credito in questo locale?”

LLOYD: “Oh, per lei non c’è nessun problema”.

JACK: “Questa è classe! Tu mi piaci, Lloyd. L’ho sempre detto, io. Sei il miglior barman del mondo. Il migliore fra tutti i dannati barman che ho visto tra Timbuctù e Portland, Maine! O Portland, Oregon, se preferisci”.

LLOYD: “Lei è davvero gentile”.

Prende un sorso del suo drink.

JACK: “Volevo dire, io le mani addosso non gliele ho mai messe. Non l’ho toccato. Io quella sua dolce testolina santa non la toccherei nemmeno con un dito. Io lo amo, quel mio figlioletto di puttana! [ride] Io farei qualsiasi cosa per lui! Qualsiasi fottuta cosa, per lui. [sospira] È quella stronza. Lo so che fino a quando vivrò, farà tutto il possibile perché io non dimentichi! [si guarda intorno, circospetto] Io gli ho fatto male una volta, ok? Ma è stato un incidente! Senza nessuna intenzione. Non l’ho fatto mica apposta. Ma può succedere a tutti, è stato tre maledetti anni fa! Quello stronzino aveva buttato a terra tutti i miei fogli di carta, allora io gli ho preso un braccio, l’ho tirato via! È stata una mancata coordinazione muscolare, nient’altro. Capisci? Soltanto qualche chilogrammo di energia in più, per secondo, per secondo… [ fa il gesto come per strappare qualcosa]”.

Si sente gridare dal corridoio. È sua moglie Wendy che lo chiama disperata.

Shining

Disponibile in: DVD, Blu Ray

Distribuzione: Warner Bros

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>