Halloween

halloween, john carpenter, michael myers

5 stelle

USCITA 31 OTTOBRE, 4 E 6 NOVEMBRE

CERT VM14 / 91 MIN.

REGIA John Carpenter

CAST Donald Pleasance, Tony Moran, Will Sandin, Jamie Lee Curtis, Charles Cyphers

TRAMA Nel 1963 il piccolo Michael Myers di 6 anni uccide la sorella. Ricoverato in clinica psichiatrica, 15 anni dopo, alla vigilia fatidica, Mike fugge per tornare nella cittadina di origine. Il dottor Loomis mette in allarme lo sceriffo che, tuttavia, non gli dà troppo credito. Inizia quindi la mattanza in un motel isolato, dove una terribile sorpresa li attende.

Michael Myers è stato uno dei protagonisti degli incubi di milioni di teenager e non, fin dalla sua apparizione in Halloween, datata 1978. Una delle caratteristiche vincenti, al di là della maestria registica di John Carpenter, risiedeva proprio nell’alone di mistero che ammantava lo spietato assassino e la sua quasi irreale presenza. Myers terrorizzava il mondo intero perché ci veniva presentato come qualcosa di non razionalizzabile. Una nemesi quasi soprannaturale che per decenni ha turbato i sogni di tutti. A distanza di quasi 40 anni da quella straordinaria e seminale release, SpectiCast/Rising Alternative ha deciso di celebrare nuovamente il rito di Michael Myers, proiettando al cinema la versione originale, rimasterizzata in digitale sotto la supervisione del direttore della fotografia Dean Cundey, il papà di tutti gli slasher movie a venire. L’evento non potrà che aver luogo alla mezzanotte di Halloween 2017 (per sapere in quali cinema potete andare su www.specticast.com/horror), e regalerà una vera e propria chicca a tutti gli appassionati presenti: la pellicola sarà anticipata da 14 minuti di intervista esclusiva con John Carpenter. Eppure le regole alla base del successo di questo titolo sono molto semplici, come gli ingredienti della miglior torta della nonna: una sceneggiatura molto semplice, realizzata da Carpenter assieme a Debra Hill, da cui il regista riesce con maestria a ottenere il massimo. Gran parte del lavoro la fa però il personaggio principale, dietro la cui maschera anonima e soprannaturale sta Nick Castle, che firma più tardi la sceneggiatura di 1997 Fuga da New York, e che costruisce una caratterizzazione fatta tutta di posture e del passo caratteristico dell’assassino. La morale inquietante del film è che il male si rigenera, per cui non c’è scampo per nessuno.

halloween, john carpenter, michael myers

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>