Le novità sulla stagione 7 del Trono di Spade

Le novità sulla stagione 7 del Trono di Spade

L’estate è arrivata e con essa la tanto attesa messa in onda della settima serie del Trono di Spade. La serie TV, tratta dai romanzi di George R.R. Martin, con 38 statuette Emmy vinte in 6 stagioni (di cui 9 solo agli Emmy Awards 2016), detiene il record della più premiata di sempre. Da quest’anno però, non sarà il romanzo di Martin a dare anticipazioni sulla trama del VII capitolo, poiché il volume non è stato ancora completato. La situazione è quindi differente rispetto alle prime cinque stagioni, dove chi conosceva i libri della saga poteva comprendere come si sarebbero sviluppate determinate trame del racconto. Già nel corso della sesta, dove lo scrittore era comunque coinvolto nella stesura degli episodi, fu deciso di non pubblicare il libro The Winds of Winter per non anticipare in alcun modo quello che sarebbe successo.

Partiamo dunque dalle certezze: la serie avrà sette episodi – tutti un po’ più lunghi del normale – rispetto ai dieci delle serie precedenti. E sei saranno quelli dell’ottava serie, che si preannuncia come l’ultima in assoluto. La HBO ha deciso di posporre l’inizio della stagione, che di solito comincia in tarda primavera, sia per motivi narrativi (l’inverno è arrivato, e quindi in Irlanda bisogna girare più tardi se si vuole la vera neve!) sia per ragioni di budget: le nuove stagioni, infatti, saranno le più spettacolari in assoluto in termini di coreografie e di effetti speciali.

La Battaglia dei Bastardi

Le riprese della nuova serie sono state infatti effettuate nuovamente in Irlanda, dove era stata già girata la epica Battaglia dei Bastardi, per cui i colori e gli scenari dovrebbero essere simili a quelle scene del finale di stagione. Ma le similitudini si fermano qui. Secondo il fansite Watchers on the Wall, hanno girato qui le scene che riguardano un albero-diga, probabilmente a Grande Inverno.

 

Jason Momoa nei, pochi, panni di Khal Drogo nella prima stagione

E chi ritroveremo in questo settimo capitolo della saga? Forse il ritorno in vita di un personaggio creduto morto, che potrebbe tornare in scena: i nomi più ricorrenti sono quelli di Iain Glen (Ser Jorah), presente sul set in Irlanda per un certo periodo, e Jason Momoa (Khal Drogo) anch’egli visto in Irlanda sul set. Nel secondo caso poi, Jason, dalla scomparsa nel Trono in poi ha fatto parecchia carriera: dal ruolo importante in Conan, fino ad Aquaman nel prossimo blockbuster Warner, Justice League nei cinema a novembre.

 

Brienne di Tarth, interpretata da Gwendoline Christie

 

Una serie come il Trono di Spade, che deve parte del suo successo planetario proprio ai colpi di scena clamorosi, non poteva iniziare una nuova stagione senza i rumour. Apre le danze Gwendoline Christie, Brienne di Tarth nella saga, che durante gli Emmy, in cui il Trono ha fatto man bassa di premi, ha dichiarato: “Penso che i fan della serie si aspettino le solite sorprese, ma quest’anno sarà diverso, ci saranno molti colpi di scena inaspettati”.

 

Peter Dinklage in Tyrion Lannister – Photo: Macall B. Polay/HBO

Andando a scartabellare tra i romanzi di Martin, ricordiamo che la profezia della strega Maggy, che si è in parte avverata con la morte di tutti e tre i figli di Cercei, prevede anche la morte della stessa regina per mano del fratello minore. Questo significa che Cercei potrebbe trovare la morte per colpa di Tyrion dunque. Anche se più di un rumour, non confermati, agitano come uno spettro la teoria che sarà Jamie a far uscire di scena l’amata – in tutti sensi – sorella. Vi rammentiamo che Jamie non ha preso per nulla bene il suicidio di Tommen nel corso della serie precedente, per cui il loro rapporto potrebbe essere già mutato. Staremo a vedere cosa porterà l’inverno nella saga.

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>