Ancora due parole sui Nastri d’Argento

Ancora due parole sui Nastri d’Argento

Non solo la vittoria di La Tenerezza, l’edizione 2017 dei Nastri d’Argento ha visto affiancarsi armoniosamente conferme e sorprese. Tra le prime il successo di Jasmine Trinca, che col suo ruolo indimenticabile in Fortunata ha ottenuto un altro grande riconoscimento a così poco tempo da quello di Cannes. Tra le seconde, una sorpresa “tecnica” nel meccanismo stesso della competizione: il verificarsi di un caso insolito, quello di un ex aequo, che ha visto Sabrina Ferilli e Carla Signoris vincere fianco a fianco per le loro prove, rispettivamente in Omicidio All’Italiana e Lasciati Andare.

Nella cerimonia di consegna, poi, trova spazio anche il premio Hamilton Behind The Camera, che quest’anno va a Gabriele Muccino, mentre Monica Bellucci ha ricevuto il Nastro d’Argento Europeo per la sua performance in On The Milky Road – Sulla Via Lattea, l’ultimo film di Emir Kusturica; da segnalare anche Enzo Avitabile, che ha ottenuto il riconoscimento per il suo doppio contributo a Indivisibili, sia per la colonna sonora che per la miglior canzone originale.

Fa piacere che La Tenerezza abbia fatto incetta di alcuni dei premi fondamentali, e tra questi quello per il miglior attore protagonista a Renato Carpentieri, ma in generale quella degli attori era una bellissima gara. Con la cerimonia di consegna, che tradizionalmente si tiene al Teatro Antico di Taormina, si chiude la 72° edizione dei Nastri d’Argento, riconoscimento creato nel 1946 dal Sindacato Nazionale dei Giornalisti Cinematografici Italiani. Una bella edizione, un segno lasciato da una stagione di cinema italiano che ha raggiunto ottimi risultati. Siamo già caldi per l’anno prossimo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*