Trionfo per La Tenerezza, tutti i premi dei Nastri d’Argento 2017

Trionfo per La Tenerezza, tutti i premi dei Nastri d’Argento 2017

La Tenerezza trionfa ai Nastri d’Argento 2017, l’opera di Gianni Amelio conquista il riconoscimento per film, regia, fotografia e miglior attore protagonista; cinque premi a Indivisibili, tra cui miglior soggetto e miglior produttore.
Grazie alla sua prova in Fortunata, di Sergio Castellitto, Jasmine Trinca conquista il premio come miglior attrice protagonista. Sabrina Ferilli e Carla Signoris vincono ex aequo nella categoria miglior attrice non protagonista, ecco tutti i premi dell’edizione 2017

Miglior film: La Tenerezza, di Gianni Amelio
Miglior regia: Gianni Amelio – La tenerezza
Miglior regista esordiente: Andrea De Sica – I figli della notte
Miglior commedia: L’Ora Legale, di Salvo Ficarra e Valentino Picone
Miglior soggetto: Nicola Guaglianone – Indivisibili
Miglior sceneggiatura: Francesco Bruni – Tutto quello che vuoi
Miglior produttore: Attilio De Razza – L’Ora Legale e Attilio De Razza e Pier Paolo Verga – Indivisibili
Miglior attore protagonista: Renato Carpentieri – La tenerezza
Miglior attrice protagonista: Jasmine Trinca – Fortunata
Miglior attore non protagonista: Alessandro Borghi – Fortunata / Il più grande sogno
Miglior attrice non protagonista: Sabrina Ferilli – Omicidio all’italiana e Carla Signoris – Lasciati Andare
Miglior fotografia: Luca Bigazzi – La tenerezza / Sicilian ghost story
Miglior scenografia: Marco Dentici – Fai bei sogni / Sicilian ghost story
Migliori costumi: Massimo Cantini Parrini – Indivisibili
Miglior montaggio: Francesca Calvelli – Fai bei sogni
Miglior sonoro in presa diretta: Alessandro Rolla – Fortunata
Miglior colonna sonora: Enzo Avitabile – Indivisibili
Miglior canzone originale: ‘Abbi pietà di noi’, musica e testi di Enzo Avitabile, interpretata da Enzo Avitabile con Angela e Marianna Fontana – Indivisibili
Nastro d’argento europeo: Monica Bellucci – Sulla via Lattea
Nastro d’argento alla carriera: Roberto Faenza
Nastro d’argento speciale: Giuliano Montaldo – Tutto quello che vuoi
Nastro dell’anno: The Young Pope, di Paolo Sorrentino.

Premi speciali
7 Minuti, di Michele Placido e Sole Cuore Amore, di Daniele Vicari: ‘per l’attenzione al cinema civile in particolare sul tema del lavoro’
Claudia Potenza e Andrea Sartoretti – Monte: ‘per l’impegno in una dura prova di interpretazione’
Premio Nino Manfredi: Pierfrancesco Favino e Kasia Smutniak – Moglie e marito
Hamilton ‘Behind the Camera’ Nastri d’argento: Gabriele Muccino
Persol ‘Personaggi dell’anno’: Claudio Amendola e Luca Argentero – Il Permesso, 48 Ore Fuori
Wella ‘Nastri d’argento per l’immagine’: Jasmine Trinca – Fortunata
Nastro speciale dedicato al cinema sui giovani: Piuma – di Roan Johnson.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*