Le mani degli alieni sulla Terra nel cupo thriller fantascientifico Revolt

Le mani degli alieni sulla Terra nel cupo thriller fantascientifico Revolt
Un soldato americano di stanza in Africa si trova a fronteggiare nientemeno che un’apocalittica occupazione extraterrestre nel film di fantascienza indie di Joe Miale.

Il Continente Nero è terra di conquista aliena nella pellicola Revolt, di produzione anglo-sudafricana e con protagonista Lee Pace (attore già noto ai seguaci della saga de Lo Hobbit, nella quale interpreta il Re degli Elfi Silvani, Thranduil Oropherion). Il trailer del film che sta circolando in queste ore ci presenta una serie di scene capaci di elevare a dovere la pressione arteriosa dello spettatore, in cui un’orda di extraterrestri caratterizzati da un mix di sembianze mostruose e fattezze robotiche sferra un poderoso assalto a una regione del mondo già falcidiata da guerre e carestie.

Una situazione che costringe il soldato USA interpretato da Pace a cimentarsi in una disperata guerriglia contro l’invasore nel tentativo di salvare sé stesso e le persone intorno a lui. Ad aiutarlo ci penserà una cooperante francese interpretata da Bérénice Marlohe (non nuova al genere sci-fi, ha infatti recitato nel film Kill Switch, inoltre l’abbiamo già vista in Skyfall e in Song to Song). I punti di forza del trailer, la cui ambientazione non può che rievocare District 9 ma la cui carica adrenalinica ci riporta più che altro alle latitudini di un World Invasion: Battle Los Angeles, sono il buon lavoro sul fronte degli effetti speciali e il senso di oppressione che gli autori sono riusciti a generare attraverso sequenze pervase da un’energia cupa e inquietante.

A interessare in questo senso è anche la prospettiva narrativa dalla quale prende le mosse il film: a differenza infatti di classici film di invasione aliena alla Independence Day, in cui assistiamo a un tentativo di attacco extraterrestre e all’immediata risposta umana, Revolt ci propone una scansione degli eventi che si snoda ad occupazione già avvenuta.

L’umanità è già stata soggiogata, e il soldato interpretato da Lee Pace, risvegliatosi in un teatro di guerra del quale non ricorda quasi nulla a causa di una serie di amnesie che lo hanno colpito, non può che prenderne atto e cominciare la sua difficile “rivolta” contro l’oppressore (“Dev’esserci qualcosa che possiamo usare contro di loro” è l’evocativa frase manifesto del trailer). Non resta a questo punto che attendere la l’uscita del film, sul quale ancora non ci sono conferme ma che potrebbe avvenire nell’autunno del 2017. Ecco, qui sotto, il trailer ufficiale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*