Diane Keaton: “Non rivedevo Il Padrino da trent’anni”

Diane Keaton: “Non rivedevo Il Padrino da trent’anni”

Non è raro scoprire che registi e attori abbiano un rapporto tutto loro con un certo film, rispetto al pubblico. Del resto, loro il cinema lo vivono dall’interno, e questo può fare la differenza. La cosa può manifestarsi per varie ragioni, professionali o anche umane, e spesso viene fuori in modo accidentale dopo tanti anni dall’uscita del titolo in questione. Oggi il titolo in questione non è uno qualunque, trattandosi de Il Padrino, e la star che rivela il suo strano rapporto con il film a cui ha preso parte è Diane Keaton.

La regista e attrice, nella cornice del Tribeca Film Festival e alla presenza del cast riunito, ha rivelato infatti di aver rivisto il celebre titolo di Coppola solo di recente dopo trent’anni. Ecco il perché (via CinemaBlend):

Ero così scioccata, perché non avevo mai dato molta attenzione a Il Padrino, perché ho sempre pensato di essere l’elemento più outsider, la persona più strana del film, e ho pensato ‘Perché mi hanno messo nel cast?’, e non sapevo cosa dire. Ma poi ho fatto un paio di belle scene con Al.

L’attrice ha poi raccontato come è avvenuta la visione recente del film:

L’ho visto al computer. Credo di non averlo visto per qualcosa come 30 anni. E ho rivisto il primo, ricordo tutte le persone, non riuscivo a elaborarlo, era così stupefacente, così bello, e tutti sono bravissimi, e la musica, e ogni scelta che Francis Ford Coppola ha fatto. E quella incredibile Talia [Shire]… ti ho vista in quella scena con tutto quel litigio. E poi avevi scene lente, lunghe. Tutto mi è parso stupefacente. Ed ero del tutto sorpresa perché non me l’aspettavo. E tutto su un cavolo di computer.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*