La grande svolta dei film Marvel Studios

La grande svolta dei film Marvel Studios

Chi l’avrebbe detto? Quando nel 2008 è uscito il primo Iron Man c’era certo aria di novità, ma era difficile immaginare che nei dieci anni successivi i Marvel Studios avrebbero portato al cinema una realtà multi-film tanto estesa e articolata, costruita con metodo e disciplina un tassello alla volta fino a raggiungere lo status di un’intera galassia dell’entertainment con cui tutti finiscono per interagire, un nuovo modo di intendere il rapporto tra fumetto e trasposizione su grande schermo.

Ma se credete che in futuro si limiteranno a ripetere la formula vincente, forse dovreste leggere le dichiarazioni del presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige, rilasciate a Collider. A quanto pare sono in arrivo grossi cambiamenti:

Siamo stati fortunati che lo scadere dei contratti non abbia influito troppo. Abbiamo messo persone sotto contratto per determinati film, poi abbiamo avuto nuove idee e nuove direzioni come Civil War come volevamo, e siamo stati così fortunati da fare nuovi contratti. O come Spider-Man: Homecoming, il cast è stato straordinario nel suo entusiasmo nei confronti della direzione e delle storie che abbiamo raccontato. Quindi ora è tutta questione di dove vogliamo portare le storie. Sicuramente, con l’avvicinarsi di Infinity War c’è il senso di un climax, se non addirittura di una conclusione, nel momento in cui saremo arrivati all’Avengers 4 ancora senza titolo, ai 22 film che hanno compiuto le prime tre fasi del Marvel Cinematic Universe. E quello che succederà dopo sarà molto diverso. Non so se sarà una fase 4, potrebbe essere una cosa nuova. […] Abbiamo un’idea per ciò che verrà dopo, e sarà molto, molto diverso.

Per quanto ben organizzato ed estremamente popolare, non è strano che il loro gigantesco piano multi-film passi a qualcosa di differente. Il Marvel Cinematic Universe è una realtà talmente consolidata da potersi permettere nuove sfide, e forse quello che abbiamo visto in Doctor Strange e in parte scorgiamo nel trailer di Thor: Ragnarok indica un’apertura a differenziare ulteriormente i prodotti. Ma quali potrebbero essere i cambiamenti? Possiamo solo fare ipotesi. Un cambio di tono? Una trasformazione nell’estetica a livello di effetti visivi e di fotografia? O magari tornare a film concettualmente più autonomi?

Difficile dirlo, e dalle parole di Feige sembra che gli stessi creativi Marvel stiano ancora definendo i confini di questa svolta. Vedremo cosa ci riserverà il futuro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*