Il talento di Rachel Brosnahan

Il talento di Rachel Brosnahan

Rachel Brosnahan si è fatta notare grazie al suo ruolo in House Of Cards. Nella serie, la giovane attrice americana partiva con un personaggio in sordina nella prima stagione per poi riemergere come tessera decisiva del puzzle di intrighi ed efferati delitti attorno alla figura di Frank Underwood/Kevin Spacey, e conquistarsi un posto nel cuore degli spettatori.

Ora, la Brosnahan sarà al centro di una nuova serie, con temi e ambientazioni molto diversi, ideata dalla creatrice di Una Mamma per Amica, Amy Sherman-Palladino. La serie si intitola The Marvelous Mrs. Maisel, e racconta di una donna nella New York di fine anni ’50, Miriam “Midge” Maisel, apparentemente realizzata in tutto – una bella famiglia, una bella casa – ma che invece si trova a una svolta quando si scopre una talentuosa artista di cabaret.

Il pilota della serie era già disponibile da marzo, ma è solo ora che Amazon ha commissionato due stagioni dello show. Joe Lewis, capo della sezione dramma, commedia e realtà virtuale degli Amazon Studios, ha così commentato lo sviluppo del progetto:

Al suo esordio, Mrs. Maisel ha fatto sfracelli e ha ottenuto dal pubblico un applauso digitale travolgente. Come per ogni grande giovane cabarettista, siamo eccitati all’idea di vedere cosa ha in serbo nell’immediato e per molto tempo ancora. Questo è ciò che ha reso facile la decisione di ordinare due stagioni da Amy e dal suo incredibile cast. Non vediamo l’ora di portare presto lo show all’attenzione dei nostri clienti.

A occhio e croce sembra un contesto perfetto per un’attrice come la Brosnahan, che questa serie sia la sua consacrazione definitiva? Non ci resta che aspettare. Per ora quello di The Marvelous Mrs. Maisel rappresenta il primo ordine per più di una stagione nella storia del servizio streaming.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*