Kristen Stewart, un’americana a Parigi tra misteri e oscure presenze

Kristen Stewart, un’americana a Parigi tra misteri e oscure presenze
Personal Shopper, il thriller ricco di echi soprannaturali di Olivier Assayas, con protagonista la star di Twilight, esce il 13 aprile nei nostri cinema.

Che poi, cosa fa di preciso un personal shopper? È una domanda che molti di noi si sono posti, e una cosa è certa: quello del commis d’achat – come lo chiamano i francesi – non è un mestiere che, visto dall’esterno, susciti molta simpatia. Se ci fermiamo a pensare a chi possa praticare questa professione, l’immagine che ci viene in mente è quella di persone superficiali e vanitose, focalizzate unicamente sul lato estetico e che campano di aria fritta, brave a vendersi bene e spacciare il proprio mero gusto personale per il fiuto infallibile del trendsetter. Proprio per questo, il “personal shopper” è un personaggio perfetto per un film thriller poichè offre allo sceneggiatore e al regista enormi possibilità narrative e incredibili prospettive in termini di esplorazione psicologica.

È una tela bianca sulla quale è possibile creare qualcosa di nuovo e originale, magari per dimostrare che, in fondo, anche i personal shopper hanno un’anima. E certamente quando il regista francese Olivier Assayas – artefice di un cinema che privilegia l’ambiguità, il mistero, il concetto di trauma come strumento utile a un’esplorazione dolorosa eppure necessaria del Sé – ha visto l’opportunità di creare un film cucito attorno alla figura di una giovane personal shopper, non gli è certo sfuggita la promessa di un simile azzardo. Personal Shopper, che arriva nelle sale italiane il 13 aprile, è un film dalle molte sfumature la cui protagonista Kristen Stewart, è essa stessa in bilico tra due mondi, due esistenze distinte: quella, forse definitivamente archiviata, come teen star che ha guadagnato la fama grazie a filmetti come quelli della serie Twilight; e quella, in fieri, come attrice seria che ha recitato per Woody Allen e mira a scalare i ranghi della Hollywood che conta.

È lei Maureen, giovane donna americana che vive a Parigi e lavora come personal shopper, scegliendo i vestiti ideali, con un budget stratosferico a disposizione, per la celebrità che l’ha assunta. Maureen ha anche il dono di comunicare con gli spiriti. Cerca un contatto con l’aldilà per poter salutare definitivamente il fratello gemello Lewis, recentemente scomparso e per riappacificarsi con la sua perdita. Inizierà così a ricevere ambigui messaggi inviati da un mittente sconosciuto ed entrerà in contatto con una presenza spettrale che però non è sicura si tratti del gemello scomparso. Tra suggestioni metafisiche e atmosfere da thriller psicologico, Personal Shopper, che verrà proiettati domani in anteprima al Festival Rendez-Vous di Roma, potrebbe essere una delle piacevoli sorprese di questo 2017 appena inziato. Ecco, qui di seguito, il trailer:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*